in

Nuove Alfa Romeo, Lancia Delta: le migliori news della settimana

Ecco quali sono le migliori news della settimana

Bentornati su ClubAlfa.it per un nuovo appuntamento con la nostra consueta rubrica domenicale che riassume quanto avvenuto nel corso degli ultimi sette giorni per il mondo automotive italiano e, in particolare, per il marchio Alfa Romeo. In questi ultimi sette giorni, da lunedì 4 ottobre ad oggi domenica 10 ottobre, abbiamo registrato un gran numero di news da segnalare. Di seguito, quindi, andiamo ad analizzare le migliori news della settimana.

In casa Alfa Romeo, in particolare, sono arrivate importanti conferme sulle Alfa Romeo del futuro. La casa italiana, a partire dal 2022, lancerà un modello all’anno andando a potenziare in misura significativa la sua gamma ed arrivando, nel 2026, ad avere ben 5 modelli di nuova generazione sul mercato.

Da segnalare, inoltre, che l’Alfa Romeo Tonale non sarà presentato al Salone di Ginevra (l’evento è stato cancellato in questi giorni) ma verrà ugualmente mostrato in pubblico per la prima volta in occasione di un evento in programma nel primo trimestre del prossimo anno. Tra le novità del futuro di Alfa Romeo c’è anche la scelta di produrre auto solo su ordine del cliente, senza puntare sugli stock.

In casa Fiat, invece, registriamo il debutto commerciale della nuova serie speciale (500)RED. La nuova versione speciale della Fiat 500 Elettrica è protagonista anche di un nuovo spot ufficiale. Da notare, intanto, che Fiat continua a dominare il mercato brasiliano, conquistando la prima posizione della classifica dei brand e dei modelli.

Ferrari, intanto, ha iniziato i lavori di sviluppo della nuova Ferrari 296 GTS, la variante scoperta dell’ibrida 296 GTB presentata nei mesi scorsi. Il progetto dovrebbe fare il suo debutto ufficiale nel corso del prossimo anno, confermando il comparto tecnico che caratterizza la nuova ibrida.

Per Maserati, invece, segnaliamo nuovi aggiornamenti sul Maserati Grecale. Il SUV è in continuo sviluppo ed è prossimo al debutto. In questi giorni si è parlato della variante Trofeo che dovrebbe essere presentata già in occasione del debutto del SUV in programma nella metà di novembre.

Stellantis, invece, deve fare i conti con la crisi dei chip e le conseguenze sulla produzione in Italia ed in Europa. La prossima settimana ci sarà un incontro con i sindacati per chiarire quelli che saranno i progetti futuri. Da segnalare, inoltre, che l’azienda ha confermato la produzione futura di una nuova generazione di Lancia Delta. Il progetto sarà elettrico al 100% ed andrà a completare la gamma del brand.

Prima di procedere oltre, vi ricordiamo di seguirci anche sui nostri canali social per continuare ad essere sempre aggiornati in tempo reale sulle novità di Alfa Romeo e su tutti i marchi del gruppo Stellantis. Trovate le news di ClubAlfa.it su Facebook Twitter e sul nostro canale Telegram.  Potete seguirci anche su Instagram con il nostro account ufficiale che offre ogni giorno immagini nuove a tema Alfa Romeo. È possibile seguire le news di ClubAlfa.it anche su Filpboard, sia in versione web che tramite app dedicata.

Ricordiamo che le news di ClubAlfa.it sono disponibili anche tramite Google News, l’applicazione di Google per dispositivi Android, iPhone, iPad e web. Per essere certi di seguire tutti gli aggiornamenti quotidiani pubblicati dal sito, cliccate sul link qui di sopra e, dopo aver effettuato il login con il vostro account Google, cliccate sulla stella del tasto “Segui”.

Alfa Romeo

Il presente di Alfa Romeo è davvero molto complicato. Le vendite ai minimi di questi mesi si traducono in un livello bassissimo della produzione. Secondo le prime stime, infatti, la produzione di Alfa Romeo nel 2021 ha raggiunto un picco negativo con tanti giorni di stop dello stabilimento di Cassino.

I piani futuri di Alfa Romeo sono chiari e sono stati confermati in questi giorni. Dal 2022 in poi il marchio lancerà un modello all’anno fino al 2026. La gamma completa del marchio sarà composta da cinque modelli di nuova generazione che andranno a rilanciare, in misura significativa le potenzialità del marchio su scala internazionale.

La gamma del marchio italiano, quindi, sarà composta da 5 modelli. Al momento, è noto solo il primo modello futuro, il Tonale. Gli altri sono tutti da scoprire. Ecco quali potrebbero essere i 5 modelli del futuro di Alfa Romeo e quando potrebbe esserci il debutto dei singoli progetti.

Da notare, inoltre, che dal 2023 in poi Alfa Romeo produrrà solo se c’è richiesta, adeguando la produzione ai livelli domanda del mercato e abbandonando la strategia di produrre stock di vetture per riempire le concessionarie in tutto il mondo. L’obiettivo è produrre almeno l’80% dei modelli su richiesta. Per quanto riguarda il futuro, Alfa Romeo punterà su redditività, qualità e volumi.

Con la cancellazione del Salone dell’auto di Ginevra torna in prima pagina la questione legata alla presentazione ufficiale dell’Alfa Romeo Tonale. Il nuovo C-SUV della casa italiana potrebbe essere svelato in occasione di un evento speciale da organizzare nel corso del primo trimestre del prossimo anno. Il Tonale sarà in vendita a partire dalla fine del primo semestre del 2022.

Nel frattempo, continuano i test in strada dell’Alfa Romeo Tonale. Il modello è stato avvistato in nuove foto spia:

Alfa Romeo Tonale
Foto di Elite Alfisti Club

Nel frattempo, dopo gli stop della settimana scorsa dovuti alla crisi dei chip, la produzione di Alfa Romeo a Cassino riprende ma in futuro sono in arrivo ulteriori stop che andranno a interrompere le attività produttive. Dopo i primi 9 mesi del 2021, sono oltre 60 i giorni di blocco della produzione a Cassino.

Intanto, però, Alfa Romeo deve richiamare alcune unità di Giulia e Stelvio. La causa del richiamo, che riguarda diverse unità prodotte per il mercato europeo a partire dal 2017, è legata ad un possibile malfunzionamento dell’ABS che costringerà Alfa Romeo ad effettuare dele riparazioni. Per quanto riguarda le vendite, invece, dal Giappone arrivano buoni dati.

Alfa Romeo Stelvio e Giulia 6C Villa d'Este

Nel futuro di Alfa Romeo potrebbe esserci spazio anche per una nuova generazione di Giulietta. Ecco gli ultimi aggiornamenti sul progetto che potrebbe diventare un riferimento della gamma della casa italiana nel corso dei prossimi anni come parte del programma di rilancio del brand. Da segnalare, inoltre, che la nuova Alfa Romeo Giulia potrebbe essere la risposta di Stellantis alla Tesla Model 3.

Da segnalare, intanto, che Alfa Romeo registra risultati negativi nel terzo trimestre del 2021 negli USA. Il marchio italiano, a causa della crisi dei chip prevalentemente, deve fare i conti con un leggero rallentamento che interrompe il suo programma di crescita. I dati relativi al parziale annuo sono ancora positivi.

In quest’approfondimento pubblicato questa settimana andiamo ad analizzare tutti i perché della crisi di Alfa Romeo che sembra davvero non avere fine. Per il marchio italiano, dal 2022, potrebbe davvero iniziare un importante programma di rilancio con il debutto del Tonale.

Un esemplare di Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet sarà presto venduto all’asta da RM Sotheby’s. Il modello in questione, proposto nella foto qui di sotto, risale al 1948 e si presenta in un ottimo stato di conservazione grazie a numerosi interventi di restauro. La cifra di vendita stimata è tra 275.000 e 325.000 dollari.

Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet 1948 asta

Fiat

Continuano le iniziative per sostenere la diffusione della Fiat 500 Elettrica. La nuova promozione di ottobre, presentata in questi giorni, permette di acquistare una nuova 500 Elettrica con due anni di ricarica inclusi e un prezzo scontato. In questo modo è possibile ottenere un netto risparmio sull’acquisto e la gestione della vettura.

Da segnalare, però, che la produzione della 500 Elettrica sarebbe inferiore alle attese con i target fissati lo scorso anno dall’azienda che non saranno raggiunti nel 2021. Nel frattempo, debutta in concessionaria, con un primo Porte Aperte, la Nuova (500)RED. Il modello, versione speciale della 500 Elettrica, è anche protagonista del primo video ufficiale che alleghiamo qui di sotto.

Nel frattempo, Fiat continua a guidare la classifica di vendite in Brasile grazie al successo di alcuni dei suoi modelli. In particolare, a guidare le vendite del marchio sono il pick-up Strada e la city car Argo che si confermano dei riferimenti assoluti del mercato delle quattro ruote brasiliano dopo i primi 9 mesi del 2021. Grazie a questi risultati, Fiat si conferma leader del mercato brasiliano per il nono mese consecutivo.

In Brasile, aumentano le richieste per il Fiat Toro. Per poter ricevere il pick-up è necessario attendere 150 giorni. In attesa del debutto ufficiale, il nuovo SUV compatto Fiat Pulse si mostra in strada nella sua veste definitiva.

Fiat Pulse
Fiat Pulse

Ferrari

Ferrari ha iniziato ufficialmente i test in strada della nuova Ferrari 296 GTS, la nuova versione Spider della recente ibrida Ferrari 296 GTB. Il progetto dovrebbe essere svelato in via ufficiale nel corso dei primi mesi del 2022. Ecco il primo video spia.

Continuano i lavori di sviluppo per il nuovo Ferrari Purosangue. Il futuro SUV si avvicina sempre di più alla presentazione ufficiale, in programma il prossimo anno. Ecco gli ultimi aggiornamenti sul progetto che andrà a rivoluzionare la gamma della casa di Maranello nel corso del prossimo futuro.

In questi giorni, un video spia ha confermato l’avvio dei test di una possibile one-off con livrea verde della supercar Ferrari SF90 Stradale, l’ibrida da 1000 CV presentata due anni fa dalla casa di Maranello. Ecco il video in questione che ci mostra il prototipo in azione:

Maserati

Si avvicina il debutto del Maserati Grecale. Il nuovo D-SUV farà la sua prima apparizione ufficiale il prossimo 15 novembre. In attesa dell’evento, continuano i test in strada dei prototipi del SUV. Questa settimana è toccato al Maserati Grecale Trofeo, la futura variante sportiva del modello, mostrarsi in strada in anteprima:

Nel futuro di Maserati ci sarà spazio anche per la nuova Maserati MC20 Folgore. Si tratta della variante a zero emissioni della super sportiva del marchio italaino. Ecco un approfondimento sul progetto che va ad analizzare pregi e difetti di quella che sarà una delle vetture di riferimento del programma di elettrificazione di Maserati.

Jeep

Jim Morrison, CEO di Jeep in Nord America, ha lanciato una nuova frecciata a Ford dopo i recenti problemi avuti dal Bronco. Secondo quanto dichiarato dal manager, i clienti Ford vengono ingannati. Ecco, quindi, tutti i dettagli sulla questione destinata a rappresentare un tema d’attualità anche in futuro.

Nel frattempo, continua il successo delle prevendite del Jeep Commander in Brasile. Il nuovo modello sta facendo registrare risultati davvero importanti. Secondo le ultime notizie, il prezzo del Commander è già aumentato prima ancora dell’inizio delle vendite. L’aumento riguarda gli allestimenti più completi.

A distanza di pochi giorni dalla presentazione ufficiale, emergono online i prezzi della nuova generazione di Jeep Grand Cherokee, in arrivo sul mercato nel corso delle prossime settimane a partire dal Nord America.

Stellantis

Una delle linee guida per il futuro di Stellantis è il potenziamento della gamma di modelli premium. Attualmente, infatti, la divisione premium di Stellantis (Alfa Romeo, Lancia e DS) registra dati di vendita molto contenuti. Il confronto con Mercedes, infatti, conferma che c’è ancora tantissimo da lavorare per il futuro.

La crisi dei chip continua a rappresentare un grande problema per gli stabilimenti italiani di Stellantis. In vista dell’incontro che si svolgerà la prossima settimana, i rappresentati della Uilm hanno chiesto al Governo di adottare misure straordinarie per il settore automotive italiano.

Nel futuro di Stellantis in Italia potrebbe esserci una profonda riorganizzazione. In particolare, oltre al taglio del numero di lavoratori, potrebbe esserci anche la chiusura di uno stabilimento. Il sito che potrebbe chiudere i battenti in modo definitivo è quello di Grugliasco dove attualmente vengono prodotti modelli Maserati.

Stellantis si prepara a investire nello stabilimento di Vigo in Spagna. Il sito produttivo spagnolo, infatti, diventerà il riferimento per la produzione di veicoli commerciali ed anche il nuovo Fiat Doblò verrà realizzato nel sito. Lo stabilimento Stellantis di Vigo sarà quindi lo stabilimento di produzione di veicoli commerciali più grande al mondo.

Nel frattempo, la crisi dei chip continua a rallentare le operazioni di Stellantis in Europa. In questi giorni, infatti, è arrivata la conferma dello stop della metà di ottobre alla fine di dicembre per il sito di Vienna-Aspern. Le attività riprenderanno soltanto nel corso del 2022 come confermato dall’azienda.

Continuano i problemi con lo stabilimento di Detroit di Stellantis. Secondo le segnalazioni dei residenti delle zone limitrofe allo stabilimento, infatti, il sito di produzione del gruppo continua ad emettere cattivi odori. Per ora, la questione non sembra aver raggiunto un punto risolutivo. Nel frattempo, Stellantis ha annunciato un maxi-investimento in Indiana per accelerare lo sviluppo di vetture elettriche. L’investimento riguarderà 3 stabilimenti.

Nel futuro di Lancia ci sarà spazio per una nuova Lancia Delta. La nuova generazione dell’iconico modello di casa Lancia arriverà, probabilmente, nel 2026 e sarà elettrica, contribuendo alla trasformazione del marchio italiano. Nei prossimi anni, infatti, Lancia punterà sempre di più sull’elettrico. Il progetto della nuova Delta elettrica è stato confermato dal numero uno del marchio, Luca Napolitano.

In attesa del debutto ufficiale, un render prova ad immaginare la nuova Delta.

Nuova Lancia Delta
Nuova Lancia Delta

Con questa news termina la nostra rubrica domenicale relativa alle migliori news della settimana. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 17 ottobre. Vi ricordiamo di continuare a seguirci in questi giorni, sia dal sito che dai nostri canali social (trovate tutti i link utili ad inizio articolo), per tutti gli aggiornamenti sul mondo delle quattro ruote italiano.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento