in

Alfa Romeo: vendite in calo nel terzo trimestre statunitense

Il terzo trimestre 2021, appena conclusosi, non produce ottimi riscontri per Alfa Romeo per ciò che riguarda le vendite negli Stati Uniti

Il terzo trimestre 2021, appena conclusosi, non produce ottimi riscontri per Alfa Romeo per ciò che riguarda le vendite negli Stati Uniti. Tra le motivazioni plausibili c’è sicuramente la cronica crisi dei chip che non permette di sostenere ritmi di produzione elevati e che ritarda le consegne delle Giulia e Stelvio sul suolo americano, ma comunque già messi a dura prova dalle contingenze dell’ultimo periodo. Insomma, negli USA le vendite a marchio Alfa Romeo registrano nel terzo trimestre del 2021 una riduzione non indifferente che si differenzia rispetto ai riscontri positivi registrati durante il primo trimestre del 2021 quando rispetto al medesimo periodo del 2020, il Biscione registrava un incremento del 30%.

Nello specifico, il dato sulle vendite di Alfa Romeo negli Stati Uniti dice che il terzo trimestre del 2021 ha prodotto 4.529 immatricolazioni che forniscono un calo del 10% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Per quanto riguarda invece il parziale annuo, Alfa Romeo totalizza 14.193 immatricolazioni da gennaio a settembre. Guardando a quest’ultimo dato, il riscontro certifica un dato in rialzo visto che l’incremento delle vendite è in questo caso pari al 14% con più di 2mila vetture vendute, in più, rispetto allo stesso parziale del 2020.

Dati in calo per Alfa Romeo nel terzo trimestre statunitense

Ancora una volta a fornire i riscontri maggiori per quanto riguarda le vendite dell’attuale, risicata, gamma del Biscione è lo Stelvio. Il parziale annuo registrato fino a fine settembre dice che il SUV di Segmento D del Biscione vende 8.003 unità con una crescita rispetto allo stesso parziale del 2020 pari ad un +14%. Il risultato è invece negativo se guardiamo al terzo trimestre del 2021 dove l’Alfa Romeo Stelvio vende 2.690 vetture per una riduzione delle vendite pari al 5%.

Riscontri differenti per l’Alfa Romeo Giulia. La berlina vende infatti 6.114 unità nel parziale annuo, registrando un valore in crescita dell’8% rispetto a quanto fatto registrare durante i primi 9 mesi del 2020. Il terzo trimestre invece registra 1.830 immatricolazioni per la Giulia con un valore in calo a doppia cifra: rispetto allo stesso trimestre del 2020 il dato scende del 17%.

Sebbene la produzione sia ormai terminata da qualche mese, l’Alfa Romeo 4C produce 9 immatricolazioni nel terzo trimestre ovvero 76 unità vendute nel parziale gennaio-settembre del 2021. Ora l’attesa è tutta rivolta al piano di rilancio del Biscione che innanzitutto passerà dalle possibilità offerte dall’Alfa Romeo Tonale attesa in concessionaria, almeno in Europa, all’inizio del mese di giugno del 2022. Il mercato d’Oltreoceano rappresenta il primo mercato mondiale per il Biscione e in quell’area pare sia cominciata già la diffusione delle Giulia e Stelvio MY 2022.