in

Alfa Romeo Giulia: la risposta di Stellantis alla Tesla Model 3?

La nuova Alfa Romeo Giulia avrà una versione completamente elettrica che proverà a sfidare ad armi pari Tesla Model 3

Alfa Romeo Giulia

Jean-Philippe Imparato, CEO di Alfa Romeo, ha confermato che, da qui al 2026, l’azienda italiana lancerà un nuovo modello ogni anno. Ad eccezione del SUV Tonale, che sarà presentato a marzo 2022, tutti avranno varianti 100% elettriche. Inoltre, dal 2027 tutti i nuovi modelli che la casa del Biscione presenterà saranno esclusivamente elettrici. Tra questi dunque anche Alfa Romeo Giulia.

Al momento, è noto che la prima auto elettrica del marchio sarà un B-SUV basato sulla piattaforma eCMP di seconda generazione. Questo SUV, che a quanto pare si chiamerà Brennero, sarà prodotto nello stabilimento polacco di Tychy, essendo il primo veicolo sviluppato dal marchio sotto il gruppo Stellantis.

Tutto sembra indicare che la prossima a rinnovarsi sarà proprio Alfa Romeo Giulia, la cui attuale generazione risale al 2015. Questa berlina veterana del segmento D lascerà il posto a una berlina di nuova concezione che, come la Brennero, presenterà nella sua gamma versioni 100% elettriche. Il suo obiettivo? Aumentare le vendite di Alfa Romeo in mercati come la Cina o gli Stati Uniti.

Stellantis dispone di due architetture valide per il segmento D, la STLA Medium e la STLA Large. La berlina italiana beneficerà di quest’ultima nella sua variante più corta (4,70 metri), che riutilizzerà anche lo sterzo e le sospensioni della piattaforma Giorgio utilizzata dall’attuale Giulia.

Le sue batterie avranno una capacità compresa tra 101 e 118 kWh, che le consentirà di offrire un’autonomia massima di 800 km WLTP. Sarà in grado di equipaggiare due tipi di moduli di azionamento elettrico: uno tra 170 CV (125 kW) e 245 CV (180 kW) e un altro tra 204 CV (150 kW) e 449 CV (330 kW). Forse le versioni Quadrifoglio Verde combinano due o tre moduli, avvicinandosi ai 1.000 CV di potenza.

Poiché la piattaforma STLA Large sarà utilizzata anche da Maserati, l’Alfa Romeo Giulia dovrebbe beneficiare dell’architettura elettrica a 800 volt che sarà utilizzata dai modelli Folgore del marchio del Tridente. Tra le principali rivali della transalpina troveremo la futura Audi A4 e-tron, la BMW i4 (che sarà sostituita nel 2025 dalla BMW i3) di seconda generazione, la futura Mercedes-Benz elettrica “Classe C”, la Polestar 2 e Tesla Model 3.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!