in

Alfa Romeo Tonale, crisi dei chip: le principali news della settimana

Ecco le migliori news della settimana

Bentornati su ClubAlfa.it per il primo appuntamento di ottobre con il nostro immancabile appuntamento domenicale con le migliori news della settimana che si avvia alla conclusione. In questi ultimi sette giorni, da lunedì 27 settembre ad oggi domenica 3 ottobre, abbiamo registrato davvero tante news sul presente e sul futuro del mondo delle quattro ruote e in particolare sul marchio Alfa Romeo.

Per quanto riguarda Alfa Romeo, ad esempio, si è parlato del nuovo Alfa Romeo Tonale che continua a mostrarsi in strada. Il futuro C-SUV, in questi giorni, è stato protagonista di alcune foto spia che ci hanno svelato l’abitacolo interno per la prima volta. Il Tonale è oramai sempre più vicino al debutto ufficiale.

Nel frattempo, in casa Alfa Romeo, si parla dei nuovi modelli in arrivo nei prossimi anni (il marchio lancerà un modello all’anno per i prossimi 5 anni). Da segnalare anche un nuovo aggiornamento sulle vendite del marchio che regista dati molto negativi sia in Italia che in Nord America.

Intanato, Stellantis continua a fare i conti con gli effetti della crisi dei chip che sta rallentando le attività produttive in quasi tutti gli stabilimenti del gruppo. In particolare, la crisi dei chip ha colpito duro il settore italiano con tantissimi ricorsi alla cassa integrazione ed una situazione che diventa sempre più difficile di settimana in settimana.

Segnaliamo, inoltre, nuove foto spia per il Maserati Grecale che, a meno di un mese dalla presentazione ufficiale, è oramai quasi pronto al debutto. In casa Jeep, invece, è stata svelata la Grand Cherokee di nuova generazione. Il marchio Fiat si prepara a portare sul mercato il nuovo SUV Pulse per il mercato brasiliano. Il modello avrà una variante Abarth.

Prima di procedere oltre, vi ricordiamo di seguirci anche sui nostri canali social per continuare ad essere sempre aggiornati in tempo reale sulle novità di Alfa Romeo e su tutti i marchi del gruppo Stellantis. Trovate le news di ClubAlfa.it su Facebook Twitter e sul nostro canale Telegram.  Potete seguirci anche su Instagram con il nostro account ufficiale che offre ogni giorno immagini nuove a tema Alfa Romeo. È possibile seguire le news di ClubAlfa.it anche su Filpboard, sia in versione web che tramite app dedicata.

Ricordiamo che le news di ClubAlfa.it sono disponibili anche tramite Google News, l’applicazione di Google per dispositivi Android, iPhone, iPad e web. Per essere certi di seguire tutti gli aggiornamenti quotidiani pubblicati dal sito, cliccate sul link qui di sopra e, dopo aver effettuato il login con il vostro account Google, cliccate sulla stella del tasto “Segui”.

Alfa Romeo

La gamma Alfa Romeo si prepara a registrare numerose novità nel corso dei prossimi anni. Il brand dovrebbe presentare un modello all’anno per i prossimi cinque anni. Di conseguenza, tra cinque anni ci saranno sul mercato ben cinque modelli inediti di Alfa Romeo.

Il primo progetto a fare il suo debutto ufficiale nella gamma di Alfa Romeo sarà il Tonale, atteso per inizio 2022. Al momento, la casa italiana non ha ancora ufficializzato ulteriori progetti. Nel futuro ci sarà anche un nuovo modello a Cassino che però deve essere ancora identificato.

Continuano, intanto, i test in strada dell’Alfa Romeo Tonale. Il nuovo C-SUV, in questi giorni, si mostra in strada con una serie di foto spia molto interessanti che ci permettono di scoprire nuovi dettagli sul progetto che dovrebbe debuttare in via ufficiale nel corso del primo trimestre del 2022.

Da segnalare anche una prima foto spia dell’abitacolo interno dell’Alfa Romeo Tonale. L’immagine in questione ci lascia intravedere alcuni dettagli della vettura. Ecco la foto:

Alfa Romeo Tonale
Alfa Romeo Tonale

Alfa Romeo ha annunciato di aver venduto tutte le 500 unità di Giulia GTA e GTAm prodotte. Le super sportive della casa italiana sono state distribuite in diversi mercati internazionali registrando il tutto esaurito in poche settimane dall’avvio delle prime consegne dopo l’apertura dei preordini avvenuta lo scorso anno.

Segnaliamo, intanto, che arriva un nuovo stop per la produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio a Cassino. La crisi dei chip, infatti, ha costretto Stellantis ad un nuovo taglio della produzione nello stabilimento laziale che resterà fermo per due interi giorni per riprendere soltanto la prossima settimana.

Passiamo ora ai dati di vendita. Alfa Romeo ha registrato un nuovo crollo delle vendite a settembre in Italia. Il marchio italiano, infatti, deve fare i conti con un ulteriore rallentamento delle consegne che conferma il momento difficile del marchio, aggravato da un rallentamento dell’intero mercato e dalla crisi dei chip.

Da segnalare che Alfa Romeo registra vendite negative nel terzo trimestre del 2021 negli USA. I dati relativi al parziale annuo, in ogni caso, continuano ad essere positivi per il marchio che è stato rallentato, oltreoceano, dagli effetti della crisi dei chip che sta causando diversi stop alla produzione.

A breve sarà venduto asta un esemplare di Alfa Romeo SZ. Il modello in questione, dotato del mitico V6 Busso da 3 litri, è conservato in ottime condizioni ed ancora oggi è uno dei modelli più apprezzati del recente passato di Alfa Romeo.

Alfa Romeo SZ 1991 asta Bonhams

Questa settimana è stata venduta un’Alfa Romeo Montreal che era stata ritrovata, dopo oltre 30 anni, abbandonata in un fienile. La vettura è stata restaurata per poi essere riportata sul mercato. Il prezzo di vendita è stato di circa 44 mila sterline, superiore al prezzo stimato di vendita della vettura, originariamente prodotta a metà degli anni 70.

Alfa Romeo Montreal

In tema di Alfa Romeo Montreal, inoltre, un video render prova ad immaginare il design di una possibile nuova generazione della vettura. Ecco il video in questione:

Fiat

La Fiat 500 Elettrica continua ad ottenere ottimi dati di vendita. Grazie al successo della 500 a zero emissioni, infatti, l’intera gamma 500 sta facendo segnare ottimi dati di vendita. Secondo gli ultimi aggiornamenti, la Fiat 500 è la sesta auto più venduta in Europa ed il successo dell’elettrica ha permesso di raggiungere un notevole incremento rispetto allo scorso anno.

In Italia, intanto, il marchio Fiat continua a far segnare risultati ottimi. La Panda si conferma l’auto più venduta, anche se deve fare i conti con un leggero calo di vendite rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. La 500 Elettrica, invece, è il modello a zero emissioni più venduto in assoluto.

Cosa c’è nel futuro della gamma europea di Fiat? Il brand torinese potrebbe avere diverse sorprese in programma in questi prossimi anni come una nuova Panda, una nuova Punto ed anche un SUV. Per maggiori dettagli sui progetti di casa Fiat è possibile dare un’occhiata al nostro approfondimento.

Fiat si prepara a lanciare ufficialmente il nuovo Fiat Pulse sul mercato brasiliano. Il nuovo SUV compatto della casa italiana rappresenta un progetto chiave per la crescita futura del brand sul mercato sudamericano. Il nuovo Pulse sarà disponibile a partire dal prossimo 19 di ottobre. Il modello arriverà sul mercato in quattro allestimenti per soddisfare appieno le richieste della clientela.

Al vertice della gamma ci sarà la Fiat Pulse Abarth che sarà il primo modello Abarth “made in Brasile”. Il nuovo SUV sportivo punterà ad offrire agli utenti un livello prestazionale nettamente superiore rispetto a quello della concorrenza. Ulteriori dettagli sul progetto arriveranno soltanto nel corso delle prossime settimane, quando ci sarà il debutto ufficiale della versione dello Scorpione del Pulse.

Nel futuro di Fiat potrebbe esserci anche un SUV di grandi dimensioni. In questi giorni, infatti, un render prova ad immaginare quello che sarà il design di una nuova generazione di Fiat Freemont, progetto non ancora confermato ma che resta tra le ipotesi realizzabili per il futuro del marchio italiano nel corso dei prossimi anni.

Nuova Fiat Freemont
Nuova Fiat Freemont

Ferrari

Questa settimana, Ferrari ha annunciato una collaborazione con LoveFrom. Lo studio di design è stato fondato da Jony Ive, ex designer di Apple e creatore di tanti prodotti della casa di Cupertino, e Marc Newson. La collaborazione si estenderà a diversi progetti e non solo alle automobili. Nel corso dei prossimi anni, Ive lavorerà a stretto contatto con Ferrari per sviluppare nuove idee di design per il suo futuro.

Da segnalare, inoltre, che in questi giorni è stato avvistato un prototipo della Ferrari Icona, la prossima hypercar della casa di Maranello che potrebbe arricchire la gamma del costruttore nel corso dei prossimi anni.

Maserati

Nel futuro di Maserati ci sarà una nuova generazione di GranTurismo. La vettura dovrebbe essere presentata in via ufficiale nel corso del 2022. In attesa di ulteriori informazioni ufficiali, la GranTurismo di nuova generazione viene immaginata da questo nuovo render apparso online in questi giorni:

Nuova Maserati GranTurismo render

A poco più di un mese dalla presentazione ufficiale (in programma a metà novembre), il Maserati Grecale è ancora in fase di test in strada. Il SUV, infatti, anche questa settimana si è mostrato impegnato in nuovi test per mettere alla prova i prototipi delle varianti che costituiranno la gamma. Ecco le ultime foto spia del Grecale.

La Maserati MC20, in questi giorni, si mostra in un nuovo video sull’Autobahn. Il video pubblicato su YouTube da Novitec ci mostra le prestazioni offerte dalla super sportiva del Tridente attraverso un test di velocità.

Jeep

Questa settimana, Jeep ha presentato in via ufficiale la nuova generazione di Jeep Grand Cherokee. Il nuovo SUV della casa americana, sviluppato su piattaforma Giorgio, va ad ampliare la gamma di Jeep e potrà contare anche su di una variante ibrida destinata a diventare un riferimento della gamma Jeep.

Da notare che il CEO di Jeep ha rilasciato un’intervista parlando dei segreti del successo della Grand Cherokee. Al momento, però, non è ancora conferma una versione ad alte prestazioni del nuovo modello presentato in questi ultimi giorni.

Jeep Grand Cherokee 2022 render

Ford, storica rivale di Jeep, deve fare i conti con i problemi d’assemblaggio del Ford Bronco che sembra avere un problema con il tetto. In questi giorni, Jeep ha colto la palla al balzo ed ha preso in giro Ford per questo problem emerso, sul mercato nordamericano, nel corso delle ultime settimane.

Questa settimana è apparso un render online che prova ad anticipare il progetto del Jeep Grand Wagoneer Trackhawk. Il modello più grande della gamma di casa Jeep potrebbe contare, in futuro, su di una variante dal marcato carattere sportivo. Il render qui di sotto prova ad immaginare il design di tale variante:

Jeep Grand Wagoneer Trackhawk render

Stellantis

Da diversi mesi, l’intero settore delle quattro ruote deve fare i conti con la crisi dei chip che si traduce in una carenza di semiconduttori necessari per il completamento dell’assemblaggio delle vetture, progetti sempre più connessi e digitali. Stellantis è stata colpita duramente dalla crisi dei chip in queste ultime settimane. Per saperne di più sulla questione è possibile dare un’occhiata al nostro approfondimento pubblicato in questi giorni.

La crisi dei chip sta creando non pochi problemi agli stabilimenti di Stellantis in Italia. Per tentare di trovare una soluzione all’emergenza, riducendo il ricorso agli ammortizzatori sociali, il prossimo 11 di ottobre ci sarà un incontro al Mise tra sindacati e Stellantis. L’incontro sarà un momento molto importante per valutare i possibili sviluppi futuri dele attività del gruppo in Italia.

Nel frattempo, da ambienti sindacati trapela una moderata soddisfazione in merito al programma 3×1 di Stellantis. Il gruppo prevede di ridurre la forza lavoro nei suoi stabilimenti andando ad applicare un piano che prevede tre uscite per ogni nuova assunzione. Il progetto riguarderà in particolare i lavoratori vicini alla pensione che potrebbero avere un contributo da Stellantis per andare in pensione in anticipo.

Da notare che la crisi dei chip non è un problema solo italiano. Diversi stabilimenti di Stellantis stanno facendo i conti con i problemi legati alla carenza di forniture. In questi giorni sono arrivati nuovi tagli alla produzione in alcuni stabilimenti europei ed anche nello stabilimento brasiliano di Betim. La crisi dei chip colpisce Stellantis in quasi tutti i suoi stabilimenti al mondo.

Secondo alcune indiscrezioni, Stellantis avrebbe deciso di dare priorità alla produzione di veicoli elettrici considerando la scarsa disponibilità di chip in questi mesi. Questa scelta potrebbe avere un effetto diretto sulle vendite dei modelli con motori a benzina e diesel oltre che sulla gamma ibrida.

Da segnalare, che il gruppo è stato fortemente criticato in Francia per l’eccessivo ricorso alla cassa integrazione come soluzione per affrontare l’emergenza della crisi dei chip. Una situazione analogoa viene registrata anche in Germania dove Stellantis ha ricevuto enormi critiche per la scelta di chiudere uno stabilimetno Opel fino al 2022.

Da notare, intanto, che cresce la preoccupazione a Melfi (e nell’indotto) a causa dell’emergenza in corso che sembra non avere ancora una fine vicina. Nel frattempo, a Melfi è stato annunciato che ad ottobre ci saranno solo 6 giorni di lavoro in tutto il mese. Il taglio è legato principale alla crisi dei chip. Arriva la cassa integrazione anche a Pomigliano d’Arco con lo stabilimento che registrerà un netto rallentamento delle attività ad ottobre.

Per quanto riguarda gli stabilimenti italiani, continuano i problemi nello stabilimento di Pratola Serra. L’impianto, scelto per produrre mascherine firmate FCA Italy, lavora al 60% delle sue potenzialità. In caso di fine della produzione delle mascherine, inoltre, tale percentuale potrebbe ridursi drasticamente.

Nel futuro di Stellantis ci sarà una scelta netta riguardante gli eventi fieristici del mondo dell’auto. Stellantis potrebbe dire addio a tutti (o quasi) i saloni dell’auto preferendo puntare su eventi dedicati ai singoli modelli come già fatto nel corso di questi ultimi mesi per via della pandemia. In questo modo, Stellantis potrebbe ottenere un notevole risparmio nel lungo periodo.

Per quanto riguarda la futura elettrificazione del mondo dell’auto (in particolare in Europa), in questi giorni, il CEO di Stellantis, Carlos Tavares, ha lanciato un allarme sulla questione. Secondo Tavares, infatti, la rete di ricarica per auto elettriche è ancora in ritardo e sarà necessario investire molto per poter sostenere la crescita delle auto elettriche in futuro.

Nel frattempo, Stellantis continua a valutare nuove soluzioni per crescere. Il gruppo ha lanciato un nuovo abbonamento auto all inclusive con l’obiettivo di arricchire ulteriormente la sua offerta, mettendo a disposizione della clientela diverse alternative per poter guidare una nuova auto.

In casa Stellantis si continua a valutare il futuro di Lancia. Il marchio italiano sarà protagonista di un programma di crescita molto ambizioso che dovrebbe comportare la costruzione di una gamma di nuova generazione inedita. Tra i modelli in arrivo potrebbero esserci nuove Delta, Stratos e Ypsilon.

Con questa news termina la nostra rubrica domenicale relativa alle migliori news della settimana. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 10 ottobre. Vi ricordiamo di continuare a seguirci in questi giorni, sia dal sito che dai nostri canali social (trovate tutti i link utili ad inizio articolo), per tutti gli aggiornamenti sul mondo delle quattro ruote italiano.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Lascia un commento