Ecobonus 2024, nuovo slittamento? Potrebbe arrivare a giugno

Francesco Armenio Autore Automotive
L’Ecobonus 2024 potrebbe slittare nuovamente, con l’entrata in vigore prevista ora per il mese di giugno.
Taglio incentivi auto elettriche in Germania

Dopo le ultime indiscrezioni della scorsa settimana, molti credevano che il nuovo Ecobonus 2024 sarebbe arrivati entro la fine del mese di maggio, stando anche a quanto dichiarato dal Ministro Adolfo Urso. Sembra però che ci sarà ancora un leggero ritardo per l’entrata in vigore dei nuovi incentivi statali che, ormai, slitteranno a giugno.

I nuovi incentivi statali si fanno attendere: ecco quando potrebbe arrivare ufficialmente l’Ecobonus

Volkswagen elettrificazione

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dovrebbe avvenire domani 25 maggio, stando alle ultime indiscrezioni. Tuttavia, sono necessari alcuni giorni prima che il DPCM diventi esecutivo. Difficile quindi prevedere una data esatta, ma il Ministero delle Imprese e del Made in Italy prevede di riattivare la piattaforma dedicata all’Ecobonus il 3 giugno. Saranno necessarie, quindi, ancora alcune settimane prima che migliaia di automobilisti, in attesa ormai da mesi, possano finalmente effettuare il loro acquisto.

Il mercato delle auto elettriche in Italia è letteralmente crollato, e il continuo slittamento dell’entrata in vigore del nuovo Ecobonus non ha di sicuro fatto bene al settore. Nel mese di aprile, infatti, le auto elettriche immatricolate sono in Italia sono state solo 3.208, contro le 3.992 unità registrate nello stesso periodo del 2023.

Ricordiamo che con il nuovo Ecobonus 2024, annunciato dal Governo alla fine dello scorso anno, sarà possibile richiedere un contributo fino ad un massimo di 13.750 euro (con rottamazione e ISEE inferiore a 30.000 euro). Nelle scorse settimane abbiamo avuto modo di vedere quali saranno i prezzi di alcuni modelli elettrici più apprezzati sul mercato come Tesla Model Y, Model 3 e Dacia Spring. Speriamo davvero che questo sarà l’ultimo, ennesimo, slittamento relativo ai nuovi incentivi statali, curiosi ovviamente di scoprire come impatteranno il mercato italiano nei prossimi mesi.

Marca:    Argomento: 
Share to...