in ,

Alfa Romeo e Maserati: cos’hanno in serbo per noi i 2 brand di FCA?

Ecco le principali novità di Alfa Romeo e Maserati che potrebbero essere annunciate questo venerdì

Alfa Romeo Maserati novità

Il 1 giugno, Sergio Marchionne annuncerà il nuovo piano industriale di Fiat Chrysler Automobiles che include anche gli storici brand Alfa Romeo e Maserati. Nel nuovo piano quinquennale, che varrà fino al 2022, sono attese diverse novità, fra cui l’abbandono di Marchionne tra il primo e il secondo trimestre 2019.

Partendo da Alfa Romeo, il modello più atteso ed emozionante è l’Alfa Romeo Giulia Coupé (o Sprint) che dovrebbe essere caratterizzata da un motore ispirato alla Formula 1 con recupero dell’energia. Inoltre, il propulsore sarebbe in grado di erogare una potenza compresa tra i 600 e i 650 CV.

Alfa Romeo Maserati novità

Alfa Romeo: ecco le novità del Biscione attese nel nuovo piano quinquennale di FCA

L’attuale Mito uscirà di produzione e dovrebbe lasciare il posto a un piccolo crossover su base Panda oppure a un nuovo SUV compatto targato Jeep. Per quanto riguarda la nuova generazione della Giulietta, rimane ancora da scoprire se arriverà un’erede oppure sarà trasformata in uno Sport Utility Vehicle. Questo, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe destinato principalmente ai mercati USA e Cina e proposto anche in una versione mild-hybrid con motore turbo benzina 2.0.

Addetti ai lavori sostengono che il grande SUV del Biscione dovrebbe essere meno sportivo dell’attuale Stelvio ma più lussuoso. Attesa anche una versione a 7 posti della stessa vettura. Alcuni hanno ipotizzato che la casa automobilistica milanese potrebbe prendere come base il Maserati Levante per realizzare tale veicolo.

Per quanto riguarda il Tridente, è atteso al debutto un nuovo SUV da affiancare al Levante che avrà qualcosa di Alfa Romeo. Resta anche da scoprire se il bellissimo concept Alfieri sarà mai lanciato sul mercato come progetto finale, oltre alle nuove generazioni della GranTurismo e della GranCabrio. Non ci resta che attendere ancora un paio di giorni prima di scoprire i piani futuri ufficiali sia di Alfa Romeo che di Maserati.