in

Maserati Ghibli Hybrid: nuove conferme sull’assenza di una variante plug-in

Per la Ghibli arriverà solo una versione mild con il 2.0 turbo di Giulia e Stelvio in versione elettrificata?

Maserati Ghibli 2020

Manca meno di un mese alla presentazione della nuova Maserati Ghibli Hybrid, il primo progetto del nuovo piano industriale di Maserati che prevede un programma di elettrificazione per tutta la gamma del Tridente. Nelle ultime ore, le informazioni in merito al futuro di Maserati si sono moltiplicate, prima grazie a nuove indiscrezioni sul futuro V6 che diventerà il nuovo riferimento della gamma sportiva di Maserati. Successivamente, si è iniziato a parlare delle varianti ibride del Tridente con la possibile cancellazione della Quattroporte elettrificata. 

Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova Maserati Ghibli Hybrid non sarà una plug-in (come precedentemente sostenuto da diverse indiscrezioni). La vettura utilizzerà un nuovo quattro cilindri 2.0 turbo. Questo motore dovrebbe essere un’evoluzione diretta del 2.0 turbo che troviamo sotto al cofano delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio e non un progetto “nuovo di zecca” pensato per la gamma Maserati.

Stando a precedenti rumors, il nuovo 2.0 turbo della Ghibli Hybrid sarà in grado di erogare una potenza massima di 330 CV. Il propulsore verrà, quindi, abbinato ad un sistema mild hybrid a 48 Volt in grado di supportare il motore sia in fase di accelerazione che per quanto riguarda il contenimento di emissioni e consumi. Per la gamma Maserati, questo “nuovo” quattro cilindri non dovrebbe essere proposto in una versione senza elettrificazione.

Maserati Ghibli Hybrid
 

Oltre alla Ghibli Hybrid, il motore verrà montato anche dal Levante Hybrid in arrivo nel corso dei prossimi mesi. Resta da valutare, invece, il futuro della Quattroporte. Il piano industriale conferma che per l’ammiraglia del Tridente è previsto un restyling (con elettrificazione) ma nel comunicato ufficiale diffuso ieri da FCA per descrivere i progetti del “Piano Italia” non si fa alcun riferimento alla Quattroporte.

Lo scorso febbraio, invece, Maserati aveva confermato i restyling di Levante e Quattroporte anticipando la volontà di avviare la produzione di questi modelli entro luglio (l’emergenza COVID-19) ha poi cambiato le carte in tavola). Maggiori dettagli in merito al programma di elettrificazione di Maserati dovrebbero nel corso dei prossimi giorni, in vista della presentazione della Ghibli Hybrid in programma il 15 luglio.

Mild hybrid anche per Giulia e Stelvio?

Oltre alla Quattroporte, il comunicato di FCA sul “Piano Italia” non porta alcun riferimento ai restyling di Giulia e Stelvio. I due modelli di segmento D dovrebbero registrare un aggiornamento di metà carriera nel corso del 2021 (almeno questo è chiarito dal piano industriale presentato lo scorso ottobre).

E’ possibile ipotizzare che il 2.0 turbo benzina che troveremo sotto il cofano della Ghibli Hybrid possa essere utilizzato anche per i modelli Alfa Romeo, magari con diversi step di potenza. Ricordiamo che da tempo si parta di nuove varianti Veloce di Giulia e Stelvio basate sul 2.0 turbo benzina elettrificato e portato sino a 320-330 CV, lo stesso livello di potenza della Ghibli Hybrid.

Da notare, inoltre, che FCA ha confermato che il D-SUV prodotto a Cassino su base Stelvio sarà plug-in hybrid. Questa tecnologia non dovrebbe essere utilizzata anche per l’Alfa Romeo Stelvio (o almeno, per ora, non ci sono informazioni in merito ad un progetto di questo tipo). Sulla possibile elettrificazione di Giulia e Stelvio sarà necessario attendere ancora qualche mese per saperne di più. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento