in

Maserati: ecco le prime informazioni sulle nuove varianti ibride

La prima Maserati elettrificata sarà svelata al Salone di Pechino di aprile

Maserati si prepara a presentare la sua prima ibrida. Come emerso nella giornata di ieri, infatti, nel corso dell’edizione 2020 del Salone dell’auto di Pechino, in programma nel corso del prossimo mese di aprile, Maserati presenterà la nuova Ghibli restyling, un importante aggiornamento della sua entry level che introdurrà anche le nuove motorizzazioni ibride all’interno della gamma.

Per il momento, Maserati non ha ancora diffuso alcuna informazione ufficiale in merito alla nuova Maserati Ghibli ibrida nonostante il progetto, già annunciato in occasione della diffusione del nuovo piano industriale la scorsa estate, sia oramai quasi pronto alla sua presentazione ufficiale ed al successivo debutto commerciale.

Nei mesi scorsi, si è parlato a più riprese delle soluzioni ibride che andranno a caratterizzare i nuovi modelli Maserati e, in queste ore, iniziano ad arrivare ulteriori conferme su quelle che saranno le caratteristiche tecniche delle nuove ibride del Tridente. Ricordiamo che, dopo la Ghibli, arriveranno anche i restyling di Quattroporte e Levante che potranno contare sullo stesso sistema ibrido che verrà presentato al Salone di Pechino.

Nuove Maserati ibride: plug-in hybrid e mild hybrid

Come confermato da alcune indiscrezioni della scorsa primavera, Maserati è da tempo al lavoro sulle soluzioni ibride per i suoi tre modelli di riferimento (Ghibli, Quattroporte e Levante). Alla base delle nuove Maserati elettrificate dovrebbe esserci un nuovo quattro cilindri 2.0 turbo che potrebbe presentare legami molto stretti con il 2.0 turbo che troviamo su Giulia e Stelvio.

Questo motore sarà pronto sia in versione mild hybrid che in versione plug-in hybrid. Secondo le prime indiscrezioni, il nuovo quattro cilindri in versione mild hybrid dovrebbe garantire una spinta di 330 CV. Per quanto riguarda la versione plug-in hybrid, invece, è previsto il supporto di un motore elettrico aggiuntivo in grado di offrire diversi CV aggiuntivi. Il sistema plug-in hybrid prevederà anche l’installazione di un pacco batterie di capacità sufficiente a garantire un’autonomia di circa 50 chilometri in modalità a zero emissioni.

Il quattro cilindri potrebbe non essere l’unica soluzione ibrida per i modelli Maserati ibridi in arrivo nel corso dei prossimi mesi. La casa del Tridente, infatti, potrebbe presentare anche soluzioni più potenti ed in linea con il resto della gamma di motorizzazioni di Quattroporte, Levante e Ghibli. Al momento, sino ad oggi, le indiscrezioni emerse in rete anticipano la presenza di questo nuovo 2.0 turbo elettrificato come punto di partenza della nuova gamma ibrida di Maserati.

Lo stesso motore potrebbe essere utilizzato anche per le versioni mild hybrid di Alfa Romeo Giulia e Stelvio che, ricordiamo, arriveranno sul mercato nel corso del 2021, in occasione del restyling di metà carriera dei due modelli di segmento D della casa italiana. Per le varianti elettrificate di Giulia e Stelvio, di certo, ci saranno diversi rumors nel corso del prossimo futuro

Nuove Maserati ibride: sul mercato entro fine 2020

Il nuovo piano industriale di Maserati presentato la scorsa estate prevede il lancio di ben 10 novità tra il 2020 ed il 2023. Dopo la quasi totale assenza di novità in questi ultimi anni, Maserati punta a cambiare completamente marcia andando ad accelerare i tempi di rilascio delle novità per la sua gamma.

Di conseguenza, le nuove Maserati ibride che verranno presentate con i restyling di Ghibli (al debutto al Salone di Pechino di aprile), Quattroporte e Levante (al debutto probabilmente ad inizio secondo semestre 2020) arriveranno sul mercato a breve distanza dalla loro presentazione. Entro la fine dell’anno, quindi, le nuove Maserati elettrificate (sia mild hybrid che plug-in hybrid) saranno pronte per la commercializzazione su scala internazionale.

Ricordiamo che Maserati non sarà al Salone di Ginevra 2020 di marzo avendo scelto di puntare tutto sulla fiera di Pechino e sul mercato cinese, un’area fondamentale per la crescita futura del Tridente. A maggio, inoltre, la casa italiana presenterà la nuova sportiva che sarà prodotta nello stabilimento di Modena a partire dalla prossima estate.

Per il 2021, invece, sono attesi i debutti del nuovo Maserati D-SUV su base Alfa Romeo Stelvio (la sede di produzione sarà Cassino) e della nuova GranTurismo, prodotta a Mirafiori, che sarà la prima supercar elettrica al 100% della casa italiana. Il prossimo anno è attesa anche la versione cabrio della nuova sportiva mentre per il 2022 ci saranno la nuova Quattroporte e la nuova GranCabrio. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.