in

Maserati conferma gli investimenti in Italia: si parte con la Ghibli ibrida, in arrivo anche il D-SUV

La casa del Tridente ha confermato anche il debutto di un’inedita “super sportiva” e le nuove GranTurismo e GranCabrio elettriche al 100%

Maserati dà seguito all’annuncio del nuovo piano industriale avvenuto lo scorso mese di luglio ribadendo il suo impegno per il rinnovamento della gamma, legato al doppio filo al maxi investimento da 5 miliardi di Euro che FCA ha annunciato con il “Piano Italia”, il piano industriale per gli stabilimenti italiani del gruppo.

Il futuro di Maserati sarà ancora legato all’Italia ed, in particolare, agli stabilimenti di Modena, Cassino e Torino (Mirafiori e Grugliasco). Tutti i nuovi modelli di casa Maserati saranno sviluppati, ingegnerizzati e prodotti al 100% in Italia. La casa del Tridente ha confermato che le novità future adotteranno soluzioni ibride ed elettriche introducendo anche inediti sistemi di guida autonoma, partendo da un livello 2 potenziato ed arrivando, progressivamente, al livello 3 che garantisce una quasi completa indipendenza del veicolo. 

Il programma di elettrificazione di Maserati parte nel 2020 con la Ghibli ibrida

La casa del Tridente ha intenzione di puntare tantissimo sull’elettrificazione. Il programma di sviluppo partirà il prossimo anno con il debutto della versione ibrida della Maserati Ghibli che sarà anche il primo modello della gamma Maserati ad essere elettrificato (per la Ghibli, come per Quattroporte e Levante, è in arrivo anche un massiccio restyling). 

Al momento, Maserati non ha ancora chiarito le tempistiche di lancio dei nuovi modelli ibridi plug-in. La Ghibli, che sarà la prima ad arrivare, potrebbe essere presentata ad inizio 2020 mentre nel secondo semestre potrebbe esserci il debutto anche delle versioni elettrificate di Levante e Quattroporte. Ne sapremo di più nelle prossime settimane. 

Nuova “Super sportiva” a Modena, nuovo D-SUV a Cassino

Sempre nel 2020 è atteso il debutto della nuova “super sportiva”, un modello inedito che si caratterizzerà come una supercar “ricca di tecnologia e rievocativa dei valori tradizionali del Brand”. Il nuovo modello sportivo sarà prodotto nello stabilimento di Modena, attualmente in fase di riqualificazione e pronto ad ospitare la produzione di vetture elettriche. 

Per ora, Maserati non ha diffuso alcun dettaglio aggiuntivo in merito a questa nuova “super sportiva”. Nelle scorse settimane, ricordiamo, abbiamo registrato l’arrivo di alcuni rumors che identificavano questo modello come una nuova sportiva a motore centrale e non come la versione di serie della Alfieri che potrebbe essere stata cancellata per far spazio a questa particolare sportiva. Il debutto del progetto è atteso per il Salone di Ginevra.

maserati alfieri modena

Confermata ufficialmente anche la produzione del nuovo Maserati D-SUV che sarà realizzato nello stabilimento di Cassino. I lavori di costruzione della nuova linea di produzione partiranno sul finire del primo trimestre del 2020. Il nuovo progetto, che dovrebbe adottare la stessa piattaforma dello Stelvio, sarà pronto nel corso del 2021. 

Resta da capire quali saranno le differenze tra il Maserati D-SUV e l’Alfa Romeo Stelvio. Il nuovo D-SUV dovrebbe poter contare sul futuro motore mild hybrid in arrivo il prossimo anno per il SUV Alfa Romeo. La gamma dovrebbe, in ogni caso, presentare diverse nuove opzioni che potrebbero arrivare anche sullo Stelvio. 

Nuove GranTurismo e GranCabrio: le prime elettriche del Tridente

Maserati ha confermato anche il lancio delle nuove GranTurismo e GranCabrio, due modelli che daranno il via alla nuova gamma elettrica al 100% del Tridente. Le due nuove sportive saranno prodotte nel Polo produttivo di Torino, dove già viene realizzato il Maserati Levante e dove FCA ha in programma l’avvio della produzione di diversi modelli elettrici a partire dalla Fiat 500 Elettrica, il primo progetto a zero emissioni che il gruppo avviare ad inizio del prossimo anno.

Stando alle informazioni diffuse lo scorso luglio, la GranTurismo dovrebbe fare il suo debutto nel corso del 2021 mentre per la GranCabrio sarà necessario attendere il 2022. Nel nuovo comunicato, Maserati non ha diffuso alcuna informazione in merito alle tempistiche di lancio dei due nuovi modelli, limitandosi ad annunciare la sede di produzione e la loro natura di supercar elettriche al 100%. 

Le prime novità in arrivo per il futuro di Maserati dovrebbero essere presentate già nel corso del primo trimestre del 2020. Come sottolineato in apertura, si partirà con la Ghibli ibrida, che debutterà insieme al restyling dell’entry level del Tridente, ed, a stretto giro, dovrebbero arrivare un gran numero di novità. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sul futuro del marchio.