in

Vendite Alfa Romeo: importanti segnali di ripresa dal Giappone

Alfa si riporta ai livelli pre-pandemia in Giappone

Alfa Romeo ha chiuso il 2021 con un netto calo di vendite in Italia e, più in generale, con risultati deludenti in tutta Europa. Nel frattempo, il marchio italiano registra un leggero calo delle consegne negli USA, principalmente a causa della crisi dei chip che ha rallentato la produzione nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno.

Il marchio italiano, intanto, chiude in positivo il 2021 in Giappone dando importanti segnali di ripresa e riportandosi ai livelli del 2019 e registrando un dato migliore, in termini di crescita, dell’intero mercato nel corso dell’anno appena terminato. Il mercato nipponico (per quanto riguarda le auto import come quelle di Alfa Romeo) è un mercato di nicchia che attira clienti interessati ad auto premium e collezionisti.

Il successo in Giappone è, quindi, un fattore chiave nel progetto di Alfa Romeo di diventare il riferimento internazionale della divisione premium di Stellantis. Da notare, inoltre, che il Giappone già oggi rappresenta il quarto mercato mondiale di Alfa Romeo dopo USA, Italia e Germania e prima di tutti gli altri mercati europei. Le basi per un futuro roseo sembrano davvero esserci tutte. Vediamo i dati di vendita completi:

Vendite Alfa Romeo in Giappone: i dati del 2021

Alfa Romeo, come tutto il mercato locale, deve fare i conti con un mese di dicembre molto negativo a causa della crisi dei chip che ha rallentato la produzione (arrivando a bloccarla quasi del tutto per Alfa Romeo) e ritardato le consegne. Il marchio italiano ha registrato 222 unità consegnate nel corso del mese di dicembre con un calo del -19.6% rispetto al dicembre dell’anno precedente. Il dato è in linea con quello dell’intero mercato import (-20.2%).

Nel corso del 2021, invece, Alfa Romeo ha registrato vendite totali per 2.341 unità sul mercato nipponico. Il dato in questione si traduce in una crescita percentuale del +40% rispetto ai dati del 2020. Il risultato ottenuto da Alfa Romeo è nettamente superiore a quello registrato dall’intero mercato nipponico (+8.4% per il mercato import) e vale una quota di mercato dello 0.68%.

Alfa-Romeo-Giulia vendite

Da notare che il risultato di Alfa Romeo nel 2021 è praticamente identico a quello registrato nel 2019 (2.370 unità) e molto vicino a quello del 2018. Il marchio italiano, nonostante due soli modelli in gamma (privi di sostanziali aggiornamenti) è quindi riuscito a sfruttare al meglio la ripresa del settore portandosi ai livelli pre-pandemia e gettando le basi per un 2022 ancora migliore.

Ricordiamo, infatti, che Alfa Romeo porterà in Giappone anche il nuovo Alfa Romeo Tonale, un modello che potrebbe garantire un’ulteriore crescita delle vendite sul mercato locale nel corso dei prossimi anni. In vista del potenziamento della gamma in arrivo con il nuovo piano industriale (Alfa Romeo lancerà 5 nuovi modelli nei prossimi 5 anni, a partire dal Tonale nel 2022), potrebbero davvero esserci le basi giuste per un rilancio significativo per il marchio anche sul mercato nipponico dove gli estimatori di Alfa Romeo non mancano di certo.

Maggiori dettagli sulle vendite di Alfa Romeo arriveranno nei prossimi giorni, con l’arrivo dei dati completi sulle vendite in Europa, mentre per quanto riguarda il futuro ed i nuovi modelli in arrivo sarà necessario attendere il mese di marzo prossimo e l’annuncio del piano industriale di Stellantis. Continuate a seguirci per saperne di più.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento