in ,

Alfa Romeo e Maserati potrebbero formare un’unica grande divisione

Emergono in rete nuove ed interessanti indiscrezioni su Alfa Romeo e Maserati

Alfa Romeo Maserati unica divisione

Domani, venerdì 1 giugno 2018, Sergio Marchionne presenterà il nuovo piano industriale di Fiat Chrysler Automobiles per il 2018-2022 che include anche i brand Maserati e Alfa Romeo. Oltre alla decisione di portare gran parte o del tutto la produzione di alcune vetture all’estero, il CEO del gruppo automobilistico italo-americano potrebbe fare un altro importante annuncio domani a Balocco in occasione dell’Investor Day.

In particolare, nelle ultime ore è emersa un’indiscrezione la quale indica che potrebbe esserci una divisione unita di Alfa Romeo Maserati. I due marchi rimarranno comunque indipendenti ma saranno uniti dal punto di vista finanziario.

Alfa Romeo Maserati unica divisione

Alfa Romeo: il Biscione potrebbe formare un’unica grande divisione con Maserati

Oltre a questo, i rumor hanno rivelato diverse sinergie fra i due marchi italiani, il primo milanese e il secondo modenese. In particolare, il nuovo grande SUV del Biscione potrebbe derivare dal Maserati Levante mentre lo Sport Utility Vehicle di medie dimensioni del Tridente potrebbe prendere spunto dallo Stelvio.

Una presunta divisione unita Alfa Romeo Maserati dovrebbe portare degli ottimi risultati soprattutto negli Stati Uniti e in Cina. Oltre ai due nuovi SUV, dovrebbero essere annunciati altre novità interessanti che riguardano sempre i 2 brand di Fiat Chrysler Automobiles. Ad esempio, c’è chi ipotizza una versione commerciale del concept Alfieri oppure una nuova generazione della GranTurismo e della GranCabrio, per quanto riguarda la casa modulistica modenese.

Per il marchio del Biscione, invece, sono attese anche la Giulia Coupé (o Sprint), una nuova generazione della Giulietta (che potrebbe essere trasformata in crossover), una nuova generazione della 4C e la nuovissima Alfa Romeo 6C la quale diventerebbe l’auto sportiva più potente della gamma Alfa Romeo. Non ci resta che attendere ancora poche ore prima di scoprire tutti i nuovi modelli.