in

Alfa Romeo: ottimi risultati per lo Stelvio in Europa, già in calo la Giulia (-20%)

In flessione anche le vendite di Giulietta, MiTo e 4C

Alfa Romeo Stelvio vendite

In attesa dell’arrivo dei dati completi del primo trimestre del 2018, sono disponibili i dati di vendita dei modelli Alfa Romeo in Europa nel corso dei primi due mesi dell’anno. Prima di procedere all’analisi dei risultati di vendita dei singoli modelli, ricordiamo che Alfa Romeo ha chiuso il primo bimestre del 2018 con una crescita del 20% rispetto ai dati del 2017. Come vedremo di seguito, questi risultati sono legati a doppio filo allo Stelvio. In Europa, infatti, Giulia, Giulietta, MiTo e 4C fanno registrare dati di vendita in calo rispetto allo scorso anno. 

L’Alfa Romeo Stelvio ha raggiunto quota 4.515 unità vendute nel corso del periodo gennaio-febbraio. Un risultato sicuramente positivo anche se non è possibile effettuare un confronto con lo scorso anno visto che il SUV di casa Alfa Romeo ha registrato il suo vero debutto sul mercato soltanto a partire dal marzo del 2017 (nei primi due mesi dello scorso anno le vendite furono appena 23). Sottolineiamo che circa 51% delle unità vendute dello Stelvio sono state distribuite sul mercato italiano. 

Dando uno sguardo alle vendite delle diretti rivali in Europa, notiamo come lo Stelvio sia ancora molto lontano dai leader del suo segmento come Audi Q5, che raggiunge 12 mila unità vendute, e Mercedes GLC, che supera 18 mila unità vendute. Più vicino, invece, il BMW X3 che si ferma a poco più di 6 mila unità vendute. Da notare che lo Stelvio fa meglio dei più costosi Jaguar F-Pace, che si ferma a 3.449 unità vendute, e Porsche Macan, che raggiunge quota 3.875 esemplari distribuiti in Europa. 

Alfa Romeo Giulia Red Dot Awards

Come anticipato in precedenza, i risultati dei primi due mesi del 2018 mettono in evidenza la flessione delle vendite dell’Alfa Romeo Giulia. La berlina di segmento D di casa Alfa Romeo, infatti, ha raggiunto quota 3.136 unità vendute nel corso del primo bimestre dell’anno registrando una flessione netta rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In termini percentuali, la Giulia fa registrare un crollo del -19,6% delle consegne. Circa il 49% delle unità vendute della berlina in Europa sono state acquistate da clienti italiani. 

Ricordiamo che Alfa Romeo non ha in programma particolari novità per la Giulia. In questi ultimi mesi la casa italiana ha presentato, in Italia, la versione Tech Edition, una serie speciale basata sull’allestimento base Giulia e caratterizzata da una dotazione decisamente buona in rapporto al prezzo di vendita.

Le reali novità per la Giulia arriveranno soltanto il prossimo anno con il lancio della nuova Giulia Coupé che dovrebbe debuttare, in versione Quadrifoglio, al Salone di Parigi di ottobre. L’avvio delle vendite della Giulia Coupé è programmato per il 2019. Il nuovo modello potrebbe dare una nuova spinta alle vendite della berlina anche se l’effetto sarà sicuramente inferiore di quello che avrebbe un’ipotetica station wagon che, come noto, non verrà realizzata. 

Alfa Romeo Giulietta Sport

Passiamo ora all’Alfa Romeo Giulietta. La segmento C della casa italiana si conferma ancora una volta il modello più vendute del marchio in Europa anche se il margine di vantaggio rispetto allo Stelvio va a ridursi di mese in mese. Per la Giulietta i primi due mesi dell’anno si chiudono con un totale di 5.433 unità vendute, un dato in calo del -9.8% rispetto ai risultati ottenuti nel 2017, un anno già molto negativo per la Giulietta in Europa. Le pochissime novità arrivate negli ultimi anni hanno reso la Giulietta un modello davvero poco interessante al di fuori dei confini italiani. Fuori dall’Italia, infatti sono in pochi a scegliere la Giulietta. Circa il 70% delle vendite della segmento C nel corso del 2018 sono state registrate in Italia.

Difficilmente questo trend di sostanziale calo cambierà nel corso dei prossimi mesi visto che Alfa Romeo non ha in programma la presentazione di novità sostanziali per la Giulietta. In queste ultime settimana, sul mercato italiano, abbiamo registrato il debutto della Giulietta Tech Edition, una serie speciale che, come visto per la Giulia, offre una buona dotazione ad un prezzo tutto sommato contenuto. Difficilmente la versione Tech Edition darà una sostanziale spinta alle vendite della segmento C. 

L’Alfa Romeo MiTo segue lo stesso trend della più grande Giulietta. Con appena 1.850 unità vendute nel corso dei primi due mesi dell’anno, infatti, la segmento B di casa Alfa Romeo fa registrare un calo di vendite del -11.8% confermando un processo di decrescita che oramai appare inarrestabile. Il mese scorso Alfa Romeo ha lanciato la nuova MiTo Urban, un nuovo allestimento che, di fatto, non introduce alcuna novità sostanziale per la vettura limitandosi a razionalizzarne la gamma. La MiTo si avvia verso la fine della produzione che potrebbe avvenire già quest’anno. 

Completiamo il quadro delle vendite di Alfa Romeo in Europa con la sportiva Alfa Romeo 4C, un modello che non è certo destinato a realizzare importanti volumi di vendita. La 4C ha raggiunto quota 55 unità vendute in Europa con un calo del -30% rispetto allo scorso anno. 

Ricordiamo che la prossima settimana arriveranno i dati di vendita ufficiali relativi al primo trimestre del 2018 per il mercato europeo che ci permetteranno di avere un’idea ben più precisa in merito all’andamento delle vendite di Alfa Romeo in Europa. I dati precisi sulle vendite dei singoli modelli del marchio italiano arriveranno tra qualche settimana. Se volete approfondire lo stato delle vendite di Alfa Romeo vi rimandiamo ai nostri articoli sui dati del primo trimestre in Italia, USA e nei principali mercati europei. Continuate a seguirci anche nel corso dei prossimi giorni per tutti gli aggiornamenti sulle vendite di Alfa Romeo. 

Fonte