in

Maserati Ghibli: l’elettrificazione inizierà con due varianti mild hybrid ed una plug-in

La Ghibli sarà la prima vettura elettrificata di Maserati. In arrivo ci sono anche le nuove versioni di Levante e Quattroporte

Maserati Ghibli Hybrid
Maserati Ghibli Hybrid

Dopo il teaser rilasciato poco più di una settimana fa, cresce l’attesa per l’avvio del programma di elettrificazione di Maserati. Il marchio del Tridente, come previsto dal piano industriale annunciato lo scorso anno, punterà tantissimo sull’elettrificazione nel corso del prossimo futuro e tutti i modelli potranno contare su varianti elettriche o ibride.

A dare il via al processo di elettrificazione di Maserati sarà il debutto della nuova Maserati Ghibli Hybrid, un modello che, alcuni mesi fa, venne annunciato in via ufficiale dall’azienda che, in un comunicato, confermava “l’inizio della produzione della Ghibli ibrida”. La casa italiana prevedeva di presentare la versione elettrificata della Ghibli in occasione del Salone dell’auto di Pechino dello scorso aprile (cancellato per il Coronavirus) e avviarne la vendita nelle settimane successive.

Al momento, non c’è ancora una data ufficiale per il debutto della nuova Maserati Ghibli Hybrid ma il progetto è praticamente pronto al debutto e dovrebbe essere sul mercato già a partire dalla seconda metà del 2020. A breve distanza dalla versione ibrida della Ghibli ci saranno anche i debutti di analoghe varianti di Levante e Quattroporte. Prima del lockdown, Maserati aveva confermato che l’avvio della produzione dei due modelli era previsto per il mese di luglio.

Maserati: i motori con cui inizierà l’elettrificazione

Come si svolgerà l’elettrificazione per la Ghibli e, successivamente, per Levante e Quattroporte? Stando alle informazioni disponibili oggi, tutto ruota intorno ad un nuovo motore quattro cilindri 2.0 turbo benzina che dovrebbe rappresentare il punto di partenza della “nuova” gamma di motorizzazioni dei tre modelli Maserati che riceveranno il restyling nel corso dei prossimi mesi.

Il nuovo 2.0 turbo benzina dovrebbe essere proposto in due varianti. La prima versione di questo propulsore dovrebbe essere in grado di erogare 330 CV andando a presentare, inoltre, un sistema di elettrificazione di tipo mild hybrid, ideale per garantire un miglioramento delle prestazioni in fase di accelerazione e, soprattutto, per ottimizzare al massimo i dati relativi ai consumi di carburante e, soprattutto, alle emissioni di CO2 in atmosfera.

Lo stesso quattro cilindri dovrebbe essere proposto anche all’interno di un sistema plug-in hybrid. In questa seconda versione, quindi, il motore della nuova Ghibli verrà affiancato da un motore elettrico ed ad un pacco batterie. Con questa configurazione, la Ghibli Hybrid (così come le versioni Hybrid di Levante e Quattroporte) saranno in grado di registrare un netto calo nei dati di consumi ed emissioni e potranno contare anche su di una modalità a zero emissioni, con un’autonomia di circa 50 chilometri, con il motore termico spento ed il solo motore elettrico a garantire la spinta necessaria.

A completare la gamma di motorizzazioni delle nuove versioni dei modelli Maserati in arrivo sul mercato nel corso dei prossimi mesi dovrebbe esserci un motore 3.0 V6 con sistema mild hybrid che andrà a sostituire gli attuali V6 presenti, attualmente, nella gamma Maserati. In listino ci sarà ancora spazio per il diesel con l’attuale V6 a gasolio che sarà aggiornato (come annunciato da FCA per tutta la gamma di motorizzazioni diesel) per rispettare gli ultimi standard sulle emissioni.

Per quanto riguarda Levante e Quattroporte, infine, bisognerà valutare quale sarà il futuro del V8 di produzione Ferrari che troviamo sulle varianti GTS e sul Levante Trofeo. Come confermato nei mesi scorsi dalla casa di Maranello, la fornitura di motori Ferrari per i modelli Maserati si ridurrà progressivamente sino ad azzerarsi completamente nel corso dei prossimi anni. Nei prossimi mesi scopriremo se il V8 resterà in gamma dopo il restyling e continuerà ad essere parte integrante dell’offerta Maserati sino all’arrivo delle nuove generazioni di Quattroporte (prevista per il 2022) e Levante (in arrivo nel 2023).

Per il futuro, ricordiamo, Maserati ha in programma il debutto di un nuovo motore V6 ad altissime prestazioni che debutterà sulla nuova Maserati MC20, la nuova supercar che debutterà nel corso del prossimo mese di settembre (in un primo momento, la presentazione era fissata per il mese di marzo). Con il lancio della MC20 (in arrivo anche in versione elettrificata tra qualche anno) e i restyling di Ghibli, Levante e Quattroporte, il piano industriale di Maserati registrerà il suo primo passo in vista del 2021, un anno fondamentale per il futuro del Tridente.

Nel 2021, ricordiamo, Maserati presenterà l’atteso D-SUV, il nuovo entry level che dovrà dare una spinta sostanziale alle vendite, e la nuova generazione di Maserati GranTurismo, la nuova supercar in produzione a Mirafiori che sarà anche il primo modello a zero emissioni della casa del Tridente. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sul futuro di Maserati.