in

Alfa Romeo Tonale: la versione di serie è in ritardo di un anno rispetto a quanto dichiarato a Ginevra 2019

FCA ha confermato che la produzione del Tonale partirà nel secondo semestre del 2021

Alfa Romeo Tonale

Nella giornata di ieri, il responsabile dell’area EMEA di FCA Pietro Gorlier ha confermato l’avvio dei lavori che porteranno alla produzione dell’Alfa Romeo Tonale nello stabilimento di Pomigliano d’Arco. Il nuovo C-SUV è parte di un investimento di circa 1 miliardo di Euro (degli oltre 5 miliardi di Euro previsti dal “Piano Italia” di FCA) che il gruppo mette a disposizione del sito di produzione partenopeo.

Come chiarito da Gorlier, la produzione del nuovo Alfa Romeo Tonale prenderà il via nel corso della seconda metà del 2021. In sostanza, sarà necessario attendere più di un anno prima che il Tonale possa avere un impatto sulle vendite di Alfa Romeo. Il nuovo C-SUV della casa italiana dovrebbe debuttare nella sua versione di serie tra circa un anno, probabilmente al Salone di Ginevra 2021 (il Tonale Concept è stato presentato a Ginevra 2019), per poi arrivare in concessionaria nell’autunno successivo.

Con la fine della produzione dell’Alfa Romeo Giulietta, oramai non più ordinabile e disponibile solo in pronta consegna, Alfa Romeo lascia il segmento C del mercato per oltre un anno e riduce la sua gamma ad appena due modelli, Giulia e Stelvio, con un listino di partenza pari a 40 mila Euro, per Giulia, e 47.500 Euro, per Stelvio. Ricordiamo, inoltre, che la 4C, non più ordinabile in Europa, uscirà di produzione nel corso del 2020.

In attesa di ulteriori dichiarazioni ufficiali da parte dell’azienda (ci sarà modo di scoprire nuovi dettagli sulla situazione nel corso del Salone di Ginevra 2020 della prossima settimana), è chiaro che l’Alfa Romeo Tonale arriverà in netto ritardo rispetto ai tempi annunciati negli ultimi mesi ed il marchio dovrà cavarsela per molto tempo con una gamma ridotta all’osso.

Alfa Romeo Tonale: il lancio era previsto per fine 2020

Lo scorso anno, Alfa Romeo presentò a sorpresa il Tonale Concept, un interessante prototipo, premiato con diversi riconoscimenti nei mesi successivi, che anticipava un nuovo C-SUV per la gamma del marchio italiano. Il modello di serie, come anticipato dalla dirigenza di Alfa Romeo, sarebbe stato molto vicino alla concept car esposta al Salone di Ginevra 2019.

Le prime dichiarazioni ufficiali in merito alla versione di serie dell’Alfa Romeo Tonale sono arrivate nei giorni successivi la presentazione della concept car. Roberta Zerbi, che al tempo ricopriva il ruolo di capo dell’area EMEA per Alfa Romeo, confermò che il marchio stava lavorando per avviare la commercializzazione del Tonale entro fine 2020. 

Riportando la dichiarazione della Zerbi, che oggi ha lasciato il ruolo in Alfa Romeo per occupare la posizione di “Cross-Brand Revenue Optimization Program Director”, ipotizzammo che l’effettivo debutto del Tonale sarebbe arrivato nel corso dei primi mesi del 2021, prevedendo i “soliti” ritardi a cui il gruppo FCA ci ha abituato in questi anni.

L’avvio della produzione nel corso della seconda metà del 2021 significa, invece, che il nuovo Tonale di serie entrerà in fase di commercializzazione circa un anno dopo rispetto alle previsioni dell’ex responsabile dell’area EMEA di Alfa Romeo. Da notare, inoltre, che è possibile che il lancio del Tonale in Nord America (confermato in occasione della presentazione del Tonale Concept al Salone di Los Angeles dello scorso anno) arrivi soltanto nel corso della prima metà del 2022 lasciando Alfa Romeo con una gamma composta da due modelli per altri due anni.

Alfa Romeo Tonale: una storia di ritardi che va avanti dal 2014

La prima idea di un’espansione della gamma di Alfa Romeo nel segmento C venne espressa da FCA circa 6 anni fa con la diffusione del piano industriale 2014-2018. Stando ai programmi del gruppo, Alfa Romeo avrebbe dovuto sostituire la Giulietta con due modelli di segmento C, un’erede diretto della hatchback (per diversi anni si è parlato del progetto di una Giulietta su base Giorgio a trazione posteriore) ed un secondo modello, un crossover di segmento C (il Tonale). Il completamento della gamma era previsto per il 2018.

Successivamente, nel corso del 2016, Alfa Romeo ha aggiornato il suo piano industriale posticipando il lancio dei nuovi SUV (uno di segmento C, il Tonale, ed uno di segmento E, basato sul Maserati Levante) al periodo compreso tra il 2017 ed il 2020. Il lancio del nuovo Alfa Romeo Tonale “di serie” per la fine del 2020 poteva, quindi, rientrare nelle tempistiche indicate quattro anni fa.

Nel piano industriale del 2018, l’ultimo prima della scomparsa di Marchionne avvenuta pochi mesi dopo, viene confermato nuovamente il progetto del C-SUV ma non viene indicata una data precisa di lancio. All’epoca, infatti, FCA confermò un completamento della gamma entro il 2022 senza indicare informazioni precise per ogni singolo modello.

Nell’aggiornamento del piano industriale arrivato ad ottobre 2019, quindi diversi mesi dopo la presentazione della concept car, viene confermato il debutto dell’Alfa Romeo Tonale per il 2021. La storia del progetto Tonale e dei vari modelli annunciati e mai realizzati viene riassunta in quest’articolo. 

Lo scorso mese autunno, inoltre, FCA ottenne la proroga della cassa integrazione straordinaria per Pomigliano d’Arco sino al settembre del 2020 per avviare i lavori di riorganizzazione dello stabilimento necessari per la produzione dei nuovi modelli, la Panda Hybrid, disponibile da gennaio, e il nuovo Tonale, confermato in via definitiva nella giornata di ieri.