in

Alfa Romeo Giulietta: da questa settimana disponibile solo in pronta consegna

Si avvicina la fine della carriera per la Giulietta

In attesa dello stop definitivo della produzione, si riduce la disponibilità sul mercato dell’Alfa Romeo Giulietta, oramai ad un passo dall’uscita dal mercato. La segmento C della casa italiana, dopo aver chiuso un 2019 davvero disastroso in Europa ed aver toccato il minimo storico per quanto riguarda la produzione a Cassino, è oramai giunta alla fine della sua carriera.

Stando alle ultime indiscrezioni, a partire da questa settimana l’Alfa Romeo Giulietta sarà disponibile esclusivamente in pronta consegna e non sarà più ordinabile. I clienti potranno scegliere tra gli ultimi esemplari disponibili sul mercato e potranno sfruttare, molto probabilmente, anche un considerevole taglio del prezzo rispetto al listino.

Ricordiamo che sui modelli in pronta consegna, sino alla fine di febbraio, c’è la possibilità di sfruttare la promozione del mese che prevede la possibilità di acquistare il veicolo scelto con un “extra sconto” di 2 mila Euro. Sino alla fine del mese, quindi, la Giulietta sarà disponibile con anticipo di 5.070 Euro e 60 rate mensili con un importo di 249 Euro. I prezzi in questione si riferiscono alla Giulietta “base” con motore 1.4 turbo benzina da 120 CV.

Alfa Romeo Giulietta Veloce 2020 Messico

Nelle concessionarie del marchio italiano sono comunque disponibili diverse varianti dell’Alfa Romeo Giulietta dotate sia di allestimenti più ricchi che del motore 1.6 turbo diesel da 120 CV (abbinabile anche al cambio automatico). Per le prossime settimane, al fine di smaltire al massimo le scorte, sarà possibile probabilmente sfruttare anche qualche sconto extra.

Le vendite della Giulietta si sono ridotte ulteriormente nel corso delle prime settimane dell’anno, lasciando poco spazio alla speranza di un proseguimento della carriera. Al momento, inoltre, non ci sono informazioni in merito all’arrivo sul mercato di una serie speciale finale per la segmento C.

Alfa Romeo Giulietta: il mese prossimo lo stop per la produzione?

Secondo le voci che trapelano in queste ore, la produzione dell’Alfa Romeo Giulietta dovrebbe interrompersi nel corso del mese di marzo. La segmento C uscirà dalle linee di produzione di Cassino e, come noto, non sarà sostituita da una nuova generazione. Nello stabilimento laziale, infatti, nelle prossime settimane inizieranno i lavori per la costruzione della nuova linea del Maserati D-SUV, basato su piattaforma Giorgio, il modello scelto da FCA per sostituire la Giulietta a Cassino.

La segmento C di casa Alfa Romeo uscirà di produzione, dopo aver ricevuto diversi restyling, dopo circa 10 anni di carriera e dopo aver sostenuto quasi da sola il peso del marchio italiano raggiungendo un picco di 78 mila unità vendute nel 2011 e mantenendosi al di sopra delle 40 mila unità sino al 2016, anno in cui è iniziato il lento calo conclusosi nel 2019 con appena 15 mila unità vendute in Europa.

Una nuova Giulietta non prima del 2023

Come  noto, Alfa Romeo non realizzerà una nuova generazione di Giulietta nell’immediato lasciando all’Alfa Romeo Tonale, in arrivo ad inizio 2021 probabilmente, il compito di occupare da solo il segmento C del mercato e dare un contributo significativo alla crescita delle vendite del marchio italiano nel corso dei prossimi anni. Successivamente, Alfa Romeo lancerà anche il nuovo B-SUV nel corso del 2022 (il modello potrebbe essere basato sulla piattaforma CMP del gruppo PSA).

Per una nuova generazione di Alfa Romeo Giulietta restano ancora un po’ di speranze ma sarà necessario attendere il nuovo piano industriale per scoprire se nel futuro di Alfa Romeo ci sarà spazio per una hatchback di segmento C. Il progetto potrebbe, in modo abbastanza economico, essere sviluppato da una base comune con le nuove segmento C che il futuro gruppo FCA-PSA costruirà a partire dal 2022. 

Come già anticipato da Manley nei mesi scorsi, è probabile che nuovi investimenti per il marchio Alfa Romeo arriveranno soltanto se il Tonale ed il B-SUV registreranno il successo sperato nel corso dei prossimi anni. Per ora, quindi, non ci resta che attendere il rilascio di ulteriori informazioni in merito al debutto dei due nuovi modelli.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento