Tesla Model 3: salgono i prezzi della berlina elettrica, colpa dei dazi UE?

Francesco Armenio Autore Automotive
Come aveva anticipato poche settimane fa, i prezzi di tutte le versioni di Tesla Model 3 in Italia hanno subìto un aumento.
Tesla Model Y

Dopo aver guadagnato il primato come auto elettrica più venduta in Italia lo scorso mese di giugno, Tesla alza il prezzo della Model 3. Grazie agli incentivi statali, infatti, la berlina elettrica del marchio americano è stata la più scelta dagli italiani, con al secondo posto la Model Y, che si prepara ad arrivare sul mercato in vesti rinnovate. Dai 40.490 euro, ora la berlina elettrica della casa automobilistica di Elon Musk ha un prezzo di partenza di 41.990 euro.

Tesla Model 3: sale il prezzo in Italia, svelati i nuovi prezzi

Saldi globali in casa Tesla

Questo è il prezzo della versione entry level con trazione posteriore, carrozzeria bianca, l’unica inclusa nel prezzo, e interni neri. Il rincaro di 1.500 euro ha colpito anche le altre versioni, con la Long Range che ora ha un prezzo di 49.490 euro e la Model 3 Performance, presentata ufficialmente pochi mesi fa, con ora ha un prezzo di partenza di 57.490 euro. Per la versione sportiva, inoltre, non si tratta del primo aumento di prezzo. In poche settimane, infatti, il listino è stato modificato al rialzo diverse volte.

Tesla non ha specificato il motivo di questi aumenti, anche se potrebbe essere la sua solita strategia utilizzata da anni anche su altri mercati. Tuttavia, potrebbero essere legati anche ai dazi imposti dalla Commissione Europea sulle auto elettriche prodotte in Cina. Nelle ultime settimane, infatti, sul sito del costruttore era apparso un avviso che menzionava un possibile aumento dei prezzi a causa dei dazi.

Tesla Model 3 Performance 2024

Nonostante la Model 3 abbia avuto molto successo nel Bel Paese, grazie all’introduzione degli incentivi statali, già terminati per le auto elettriche, negli Stati Uniti la casa automobilistica ha visto calare le vendite in modo vertiginoso. Dall’inizio dell’anno, infatti, le vendite hanno registrato una flessione del 54% rispetto all’anno precedente. Numeri che pesano, considerando che il 2024 non è iniziato nel migliore dei modi per l’azienda. Nonostante ciò, sembra che il secondo trimestre dell’anno sia stato decisamente migliore del primo. Vedremo se il trend continuerà, oppure, si confermerà un anno disastroso per il brand.

Marca:    Modello:    Argomento: 
Share to...