in

Fiat Panda: la versione mild hybrid potrebbe arrivare prima del previsto

Le vendite potrebbero partire nel primo semestre del 2020

Fiat Panda

Questa settimana, FCA ha confermato l’investimento da quasi 1 miliardo di Euro per lo stabilimento di Pomigliano d’Arco che porterà all’avvio della produzione dell’Alfa Romeo Tonale e della Fiat Panda mild hybrid. Come abbiamo visto questa mattina, Alfa Romeo che il Tonale arriverà solo nel 2021.

Per quanto riguarda la versione elettrificata della Fiat Panda, al momento, non ci sono ancora informazioni ufficiali. Nei mesi scorsi, FCA aveva lasciato intendere che la Panda mild hybrid sarebbe arrivata solo nel 2021 ma oggi, anche in considerazione del fatto che lo stabilimento di Pomigliano sarà in CIGS sino al settembre del prossimo anno, sembra sempre più probabile che i tempi di lancio saranno sensibilmente ridotti.

Secondo un’indiscrezione lanciata da IlSole24Ore, infatti, la produzione della Fiat Panda mild hybrid potrebbe iniziare nel corso del primo semestre del 2020. Se queste tempistiche si riveleranno corrette, la nuova versione della segmento A del marchio italiano potrebbe essere presentata nei primi mesi del prossimo anno, magari al Salone dell’auto di Ginevra di marzo quando Fiat svelerà in anteprima la Fiat 500 Elettrica. 

In questo modo, quindi, il marchio italiano potrebbe rinnovare, in un solo colpo, entrambe le sue segmento A che sono anche i modelli più venduti in Europa del brand come confermano anche gli ultimi dati di vendita del primo semestre del 2019. 

Fiat Panda: con la versione mild hybrid si raggiungeranno nuovi record di vendite?

Al momento, Fiat non si è ancora espressa sulle potenzialità della versione mild hybrid della Fiat Panda. La segmento A della casa italiana sta vivendo un anno straordinario e dovrebbe chiudere il 2019 con più di 200 mila unità vendute in Europa. Dopo l’addio al diesel, la Panda ha registrato una forte crescita delle sue unità benzina ed anche della versione GPL. 

L’arrivo di una versione mild hybrid (che dovrebbe arrivare anche per la Panda 4X4) potrebbe rendere ancora più interessante la gamma della city car di Fiat, in particolare al di fuori dei confini italiani dove i volumi di vendita sono abbastanza limitati considerando che oltre il 70% delle vendite della Panda arrivano dall’Italia. 

Fiat Panda Waze nuova generazione

Potenzialmente, quindi, la Fiat Panda mild hybrid potrebbe avere tutte le carte in regola per spingere, ulteriormente, le vendite della segmento A che andrebbe così a completare la sua gamma con una versione elettrificata in grado sia di garantire il rispetto delle normative sulle emissioni che di offrire un’alternativa particolarmente vantaggiosa, in termini di consumi, soprattutto per chi utilizza molto la vettura in città 

Con un restyling, in particolare per l’abitacolo interno, ed un arricchimento della dotazione di serie la Fiat Panda potrebbe vivere gli ultimi anni della sua carriera (prima del lancio di una nuova generazione in arrivo probabilmente nel 2023) con una costante crescita delle consegne che potrebbe contribuire al sostentamento dello stabilimento di Pomigliano d’Arco. 

Ulteriori dettagli in merito all’arrivo della nuova Fiat Panda in versione mild hybrid potrebbero emergere nel corso delle prossime settimane. Continuate a seguirci per saperne di più.