in

Alfa Romeo Tonale: ora è ufficiale, il SUV non sarà pronto per il 2020

Alfa Romeo conferma che il Tonale arriverà “entro il 2021”

Nei giorni scorsi, FCA ha confermato il maxi-investimento per lo stabilimento di Pomigliano d’Arco che porterà all’avvio della produzione della Fiat Panda mild hybrid e, soprattutto, della versione di serie dell’Alfa Romeo Tonale, la concept car presentata al Salone di Ginevra dello scorso mese di marzo che va ad anticipare il futuro C-SUV della casa italiana. 

Nel confermare l’investimento per lo stabilimento partenopeo, FCA ha anche ottenuto la proroga della CIGS, in scadenza questo settembre, per un altro anno al fine di completare i lavori di riorganizzazione del sito di produzione di Pomigliano d’Arco che sarà completamente aggiornamento per poter garantire la realizzazione di modelli di nuova generazione. 

Al termine dell’incontro con i sindacati, FCA non ha confermato l’esatta data di avvio della produzione dell’Alfa Romeo Tonale lasciando, quindi, una piccola porta aperta all’ipotesi di lancio del SUV già nel corso del 2020. Questa porta è stata subito chiusa da Alberto Cavaggioni, responsabile dell’area EMEA per il marchio Alfa Romeo. 

Alfa Romeo Tonale: sul mercato “entro il 2021”

Nel corso di un evento tenutosi nella giornata di ieri al Museo di Arese, infatti, Cavaggioni ha commentato la conferma della produzione dell’Alfa Romeo Tonale aggiungendo che il C-SUV “non sarà più solo una concept car, ma diventerà realtà. Tonale sarà il primo veicolo ibrido plug-in del nostro marchio e il primo Suv di Alfa. Sarà prodotta in Italia e sarà pronta entro il 2021″

Le dichiarazioni di Cavaggioni, che è anche il primo manager di FCA a commentare l’investimento a Pomigliano d’Arco e l’espansione della gamma di Alfa Romeo, cancellano, quindi, le speranze di un arrivo dell’Alfa Romeo Tonale nel corso della parte finale del 2020. Il C-SUV della casa italiana verrà presentato e arriverà sul mercato nel corso del 2021. 

Da notare, inoltre, che non possiamo escludere un debutto nel corso della parte finale del 2021, ovvero tra ben due anni, che lascerebbe la gamma Alfa Romeo prima di sostanziali novità (al netto dei restyling di Giulia e Stelvio) per un lunghissimo periodo di tempo anche in considerazione di una possibile fine della produzione dell’Alfa Romeo Giulietta (la segmento C della casa italiana potrebbe uscire dalle linee produttive il prossimo anno). 

Confermata (anche se sull’argomento erano già arrivate diverse conferme) la presenza di un sistema plug-in hybrid per l’Alfa Romeo Tonale che, come sottolineato dal manager della casa italiana, sarà il primo modello plug-in di casa Alfa Romeo. Di conseguenza, è oramai certa la presenza di un sistema mild hybrid per le varianti elettrificate di Giulia e Stelvio che debutteranno nel 2020 con il restyling dei due modelli.

Resta ora da capire se Alfa Romeo realizzerà anche altre versioni del Tonale. Secondo alcuni rumors, il C-SUV sarà ibrido e potrà contare anche su versioni a benzina mentre potrebbero non essere realizzate varianti diesel. Molto probabilmente, la questione legata alle motorizzazioni del Tonale, verrà chiarita dalla casa italiana nel corso dei prossimi mesi. Ulteriori aggiornamenti sul progetto arriveranno, di certo, a breve.