in

Ferrari Purosangue: l’ultimo render immagina il posteriore del FUV

Il crossover potrebbe avere alcune cose in comune con la SF90 Stradale

Ferrari Purosangue posteriore render

Ferrari prevede di portare sul mercato il suo primo SUV con il nome di Ferrari Purosangue. Il debutto ufficiale è atteso per il 2022. All’interno di questo articolo vi proponiamo un interessante render, pubblicato su Instagram, realizzato da Car Renders & Photography in cui immagina come potrebbe essere il posteriore del FUV (Ferrari Utility Vehicle).

Il progetto digitale prende in prestito alcuni elementi di design visti sugli ultimi modelli presentati dalla casa automobilistica modenese. Ad esempio, i fanali posteriori sono molto simili a quelli della SF90 Stradale, la prima ibrida plug-in di Maranello.

Ferrari Purosangue render Giallo Triplo Strato
Ferrari Purosangue, uno dei primi render del FUV

Ferrari Purosangue: il retro del FUV potrebbe essere molto simile a quello degli ultimi modelli

Con il nuovo Ferrari Purosangue, il cavallino rampante vuole dimostrare ai suoi clienti affezionati che il segmento SUV è degno di ricevere un modello simile. La stessa cosa è stata dimostrata con la SF90 Stradale che adesso occupa il segmento delle plug-in hybrid.

Stando alle ultime indiscrezioni emerse in rete, il FUV potrebbe condividere in realtà diverse caratteristiche con l’ultima arrivata come ad esempio il motore ibrido. Probabilmente non avrà una potenza di 1000 CV ma l’esperienza di guida proposta dal Ferrari Purosangue potrebbe ridefinire il suo segmento.

L’unico SUV che riesce ad offrire attualmente un’esperienza molto vicina al mondo Ferrari è l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio visto che all’interno è presente un motore di origine Ferrari. Si tratta del V6 biturbo da 2.9 litri che eroga una potenza di 510 CV e 600 nm di coppia massima.

Secondo le ultime notizie emerse in rete, il primo Sport Utility Vehicle progettato dal marchio italiano potrebbe essere offerto sul mercato in 3 versioni con propulsori V12, V8 turbo e V6. Non ci resta che attendere i prossimi mesi per scoprire maggiori informazioni su questo attesissimo modello.