in

Alfa Romeo GTV: LP Design ci delizia con un altro render della nuova coupé sportiva

La nuova sportiva a 4 porte del Biscione protagonista in una nuova ipotesi digitale

Alfa Romeo GTV nuovo render LP Design

Sappiamo che Alfa Romeo prevede di portare presto sul mercato la nuova Alfa Romeo GTV come annunciato dal nuovo piano industriale in occasione dell’Investor Day di Balocco dello scorso giugno. Grazie alle ultime indiscrezioni trapelate su Internet, conosciamo diverse informazioni sul prossimo modello sportivo del Biscione, che purtroppo non sono state ancora confermate ufficialmente.

Nella roadmap delle vetture in arrivo, la GTV è stata piazzata fra le auto Specialty assieme alla 8C. Da ciò si deduce, quindi, che la nuova vettura sarà qualcosa di speciale, potente, esclusiva e dotata di un abitacolo in grado di ospitare senza problemi 4 persone.

Alfa Romeo GTV nuovo render LP Design
Nuovo render Alfa Romeo GTV realizzato da LP Design

Alfa Romeo GTV: il retro della nuova coupé sportiva protagonista in un nuovo render

Sempre in base alle ultime news emerse in rete, inoltre, l’Alfa Romeo GTV dovrebbe portare con sé dei nuovi motori, forse leggermente più prestanti di quelli offerti da Giulia e Stelvio. La nuova vettura della casa automobilistica di Arese verrebbe costruita usando la piattaforma Giorgio, utilizzata dal Biscione per realizzare altri suoi ultimi modelli.

Sono attese al debutto almeno due versioni: una diesel e una benzina con batteria di supporto. La prima offrirebbe una potenza superiore ai 200 CV mentre la seconda toccherebbe quota 370 CV. Si pensa anche a una versione Quadrifoglio, probabilmente ibrida, capace di erogare una potenza vicina ai 600 CV.

Alfa Romeo GTV nuovo render LP Design

Nell’attesa di informazioni ufficiali, godiamoci questo nuovo render pubblicato nelle scorse ore da LP Design sulla sua pagina Facebook. Il progetto digitale ci dà un assaggio del retro dell’Alfa Romeo GTV che si presenta muscoloso e rafforzato da fianchi molto pronunciati.

Presenti anche uno spoiler piuttosto muscoloso e nuovi terminali di scarico. La zona sottostante ricorda molto quella della Giulia Quadrifoglio mentre i gruppi ottici vantano una forma più schiacciata.