in

Alfa Romeo Tonale: oltre 60 mila ordini nel 2023?

Vista la partenza sprint sul mercato ipotizzare quella cifra non sembra essere più un tabù

Alfa Romeo Tonale

Alfa Romeo Tonale è stata la grande novità per la casa automobilistica del Biscione in questo 2022. Erano anni che lo storico marchio milanese non lanciava un nuovo modello sul mercato. Nonostante siano passati quasi 3 anni dalla presentazione della concept car Tonale, il debutto sul mercato del nuovo modello è stato molto positivo. Infatti secondo le ultime previsioni entro fine anno a livello globale il SUV di segmento C dovrebbe raggiungere le 35 mila unità. Questo nonostante non sia ancora presente in vari mercati tra cui Stati Uniti e Cina.

Quota 60 mila ordini per Alfa Romeo Tonale nel 2023 sembra possibile

Visto il successo commerciale che sta ottenendo Alfa Romeo Tonale, il gruppo Stellantis ha deciso di raddoppiare i turni a Pomigliano a partire dalla fine del prossimo mese di febbraio. Questa ovviamente è un’ottima notizia per la fabbrica del gruppo automobilistico che produce anche Dodge Hornet e Fiat Panda. A questo punto ci si chiede quanti potrebbero essere gli ordini per il SUV nel 2023. Mesi addietro il CEO di Alfa Romeo Imparato aveva detto che si sarebbe potuti arrivare a produrre fino a 60 mila unità all’anno di Tonale. Questo prima di comunicare l’avvio del secondo turno di produzione nella fabbrica.

Questo potrebbe significare che le unità di Alfa Romeo Tonale che potrebbero essere prodotte a Pomigliano potrebbero anche superare quella soglia. Ovviamente la seconda linea non riguarda solo Tonale ma anche le altre auto che vengono prodotte in quel sito. Tuttavia considerando l’imminente arrivo del SUV negli Stati Uniti e il lancio della versione Plug-in Hybrid le possibilità che nel corso del prossimo anno il modello possa raggiungere e superare quota 60 mila ordini sembrano concrete.

Alfa Romeo Tonale Plug-In Hybrid Q4
Quota 60 mila ordini per Alfa Romeo Tonale nel 2023 sembra possibile con l’avvio del secondo turno a Pomigliano

Si tratterebbe insomma del primo passo verso il rilancio di Alfa Romeo cominciato già nel 2021 con il ritorno alla redditività per il Biscione, cosa confermata anche nel 2022. Ricordiamo che in futuro Alfa Romeo punterà sulla qualità piuttosto che sulla quantità ma ovviamente la crescita delle immatricolazioni che si sta già registrando adesso fa ben sperare. Oltre ad Alfa Romeo Tonale in futuro la gamma della casa milanese sarà composta da un nuovo B-SUV, dalle future generazioni di Alfa Romeo Giulia e Stelvio e da una nuova ammiraglia che vedremo nel 2027 e che sarà prodotta in Italia e sviluppata negli USA.

Looks like you have blocked notifications!