in

Alfa Romeo guarda a Lexus ma vuole rubare clienti alle tedesche

Il Biscione proverà a dare serio filo da torcere a Mercedes, Audi e BMW

Nuova Alfa Romeo GTV
Nuova Alfa Romeo GTV

Alfa Romeo nei prossimi anni rivolterà la sua gamma letteralmente come un calzino. Dopo il SUV Tonale presentato nei mesi scorsi e finalmente sbarcato in concessionaria nei giorni scorsi, arriverà un altro SUV ancora più compatto.

Questo modello forse si chiamerà Brennero anche se per il momento dobbiamo ancora aspettare conferme ufficiali che per adesso tardano ad arrivare. Successivamente sono state confermate anche nuove generazioni della berlina Giulia e del SUV Stelvio che presumibilmente arriveranno nel 2025 e nel 2026.

Alfa Romeo proverà a rubare clienti ad Audi, BMW e Mercedes prendendo esempio da Lexus

Successivamente il futuro di Alfa Romeo si fà più nebuloso. Sappiamo che la casa automobilistica del Biscione lancerà una novità ogni anno, ma le certezze oltre quelle che vi abbiamo già detto, sono rappresentate unicamente da un E-SUV, che il CEO Jean Philippe Imparato ha annunciato ufficialmente arriverà nel 2027.

Per il resto si vocifera di una Giulia con doppia anima o meglio di un modello completamente diverso che forse si chiamerà nuova GTV e che potrebbe essere erede spirituale dell’attuale modello del Biscione, ma con una linea ancora più sportiva e accattivante.

Nuova Alfa Romeo Giulia
Nuova Alfa Romeo Giulia

Di questo modello però al momento non ci sono notizie certe, ma solo supposizioni basate sulle dichiarazioni di Imparato che però sull’argomento volutamente dice e non dice.

Lo stesso Imparato ha detto che se le cose si metteranno bene per lo storico marchio milanese in futuro ma non prima del 2028 arriveranno anche alcune auto sportive in edizione limitata come le nuove Duetto e 33 Stradale. Queste potrebbero essere vendute anche con motore a combustione dato che arriveranno sul mercato solo in poche centinaia di unità.

Molto più difficile sembra il ritorno di nuove Alfa Romeo Giulietta e MiTo, sebbene le due auto continuino ad essere estremamente popolari tra i numerosi fan del Biscione ed in particolare tra quelli italiani.

In questo caso il problema è che si tratta di auto che non hanno “respiro globale” ma che potrebbero avere mercato solo in Europa e questo cozza con le aspirazioni del gruppo Stellantis che vorrebbe trasformare Alfa Romeo in una sorta di brand premium globale del gruppo.

Alfa Romeo Duetto render

In tanti si domandano con queste nuove auto quali saranno gli obiettivi del Biscione. A questa domanda ha voluto rispondere lo stesso CEO Imparato che ha detto che in futuro Alfa Romeo proverà a migliorare la sua immagine e aumentare le sue vendite. Per questo guarderà come esempio a Lexus che è molto apprezzata per la qualità delle sue auto e la tecnologia a bordo.

Alfa Romeo infatti ha come suo obiettivo principale quello di migliorare la percezione della qualità complessiva delle sue auto tra i clienti. Una volta che queste cose saranno sistemate l’obiettivo della casa automobilistica milanese sarà quello di fare seria concorrenza alle tedesche Audi, BMW e Mercedes provando a rubare loro clienti non solo in Europa ma anche nel resto del mondo.

In particolare si guarda a Cina e Stati Uniti come due mercati importanti dove il Biscione sembra avere grandi margini di crescita con le giuste strategie di marketing e con l’arrivo sul mercato di quei modelli auspicati che possano far fare un vero salto di qualità alla casa automobilistica milanese che sotto Fiat Chrysler Automobiles non è mai riuscita a rilanciarsi come sperato nonostante l’arrivo di Giulia e Stelvio ma che adesso sotto il controllo del gruppo Stellantis spera finalmente di poter trovare la marcia giusta verso la gloria.

Nuova Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo nei prossimi anni con l’arrivo di tanti nuovi modelli punterà a rubare clienti a Audi, BMW, Mercedes e non solo

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Stelvio: il SUV del Biscione viene proposto per tutto il mese a 349 euro al mese con estensione garanzia e furto e incendio