in

Alfa Romeo: si ferma ancora la produzione di Giulia e Stelvio

Nuovo fermo produttivo a causa della crisi dei chip

Alfa Romeo Giulia e Stelvio MY 2021

Continuano a rilento le attività produttive per le Alfa Romeo Giulia e Stelvio nello stabilimento di Cassino. Nella giornata di oggi, 10 dicembre, è, infatti, in programma un nuovo fermo produttivo annunciato dall’azienda nella serata di ieri. Alla base dell stop alle attività per la giornata di oggi c’è, ancora una volta, la crisi dei chip che continua a rappresentare un grandissimo problema per la produzione Alfa Romeo a Cassino. La carenza di semiconduttori continua ad essere alla base delle giornate di fermo produttivo con conseguente ricorso agli ammortizzatori sociali.

La produzione a Cassino riprenderà, salvo ulteriori annunci in tal senso da parte della direzione dello stabilimento, soltanto lunedì 13 dicembre. Anche la prossima settimana, in ogni caso, è facile ipotizzare l’arrivo di nuovi giorni di stop per la produzione di Giulia e Stelvio. Dallo scorso settembre, infatti, le attività nello stabilimento procedono a ritmo molto ridotto con appena 2-3 giorni di lavoro a settimana su di un totale di 5 giorni lavorativi (a Cassino si lavora da lunedì al venerdì con un solo turno giornaliero e diversi esuberi tra il personale).

L’emergenza legata alla carenza di semiconduttori è andata a peggiorare una situazione già molto difficile. Le richieste per Giulia e Stelvio sono, infatti, insufficienti per garantire la piena attività dello stabilimento laziale e con la fine della produzione della Giulietta, uscita dalle linee di assemblaggio un anno fa, si è registrato un vero e proprio crollo delle attività con un conseguente incremento degli ammortizzatori sociali.

In attesa dell’avvio della produzione del Maserati Grecale, posticipato alla primavera del prossimo anno proprio a causa della crisi dei chip, lo stabilimento di Cassino vive un periodo davvero difficile della sua storia. Il rischio di ulteriori tagli al personale e di conseguente estremamente negative per l’indotto è, infatti, sempre più concreto.

Alfa Romeo - Cassino
Alfa Romeo – Cassino

Alfa Romeo a Cassino: più di 90 giorni di fermo produttivo nel 2021

I numeri del 2021 per Alfa Romeo a Cassino fotografano una situazione drammatica. Nel corso del 2021, infatti, lo stabilimento laziale, che ripetiamo produce solo Giulia e Stelvio, registrerà più di 90 giorni di fermo produttivo. Il fermo produttivo di oggi, 10 dicembre, corrisponde al 90° giorno di chiusura dello stabilimento. Considerando che è già stato annunciato uno stop della produzione dal 24 dicembre fino a fine anno, attualmente siamo a quota 96 giorni di stop delle attività. 

Nelle prossime due settimane che ci separano dallo stop natalizio è facile ipotizzare nuovi fermi della produzione che potrebbero portare Cassino a raggiungere un totale di 100 giorni di stop nel corso del 2021. Si tratta di un dato estremamente negativo che conferma il momento difficilissimo che stanno attraversando sia lo stabilimento laziale che il marchio Alfa Romeo. Per Cassino, la ripresa dovrebbe arrivare con il debutto del Grecale. In casa Alfa Romeo, invece, si aspetta il lancio del Tonale per un incremento delle vendite.

Per Giulia e Stelvio, invece, si attende di scoprire quale sarà il futuro. La casa italiana dovrebbe realizzare delle nuove generazioni dei suoi due modelli ma conferme ulteriori sulla questione arriveranno soltanto nel corso del prossimo futuro. Continuate, quindi, a seguirci per saperne di più.