in

Alfa Romeo Tonale: qualità senza compromessi

Jean-Philippe Imparato lo ha detto chiaramente il nuovo Alfa Romeo Tonale dovrà garantire qualità a 360 gradi

Alfa Romeo Tonale

Negli ultimi anni ci sono state molte discussioni su presunti problemi di qualità in Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Come al solito ci si divide tra quelli che pensano che le auto del Biscione siano perfette così come sono e quelli che invece pur ammettendo che il telaio è ottimo e che il piacere di guida sia immenso criticano la qualità delle rifiniture.

Più di qualcuno ha messo in dubbio che Alfa Romeo Giulia e Stelvio da questo punto di vista siano all’altezza delle rivali di Audi, BMW e Mercedes e ovviamente la questione tra i fan del Biscione ha sempre sollevato un polverone. Imparato ha detto chiaramente che non vuole che ciò si ripeta con Alfa Romeo Tonale.

Qualità senza compromessi per Alfa Romeo Tonale: lo chiede Jean-Philippe Imparato

In un incontro con i fornitori e con coloro che si occuperanno della produzione di Alfa Romeo Tonale, Imparato ha detto chiaro e tondo che nessun compromesso sulla qualità del SUV sarà ammesso. Il nuovo CEO del Biscione ha le idee chiare su cosa ci vuole per far crescere la reputazione di un marchio premium e sa benissimo che determinate situazioni che si sono verificate in passato non dovranno più accadere con i nuovi modelli del Biscione.

Alfa Romeo Tonale insomma dovrà soddisfare i più alti standard di qualità e anche per questo molto probabilmente il debutto del SUV, originariamente previsto per il 2021 è stato rinviato al 2022. Imparato ha voluto prima verificare personalmente che ogni singolo dettaglio del modello fosse perfetto.

Alfa Romeo Tonale
Alfa Romeo Tonale: il CEO Imparato pretende che questa volta il modello di Alfa Romeo sia esenti da difetti e che la qualità sia totale

Del resto è comprensibile che l’attenzione sia alta su questo modello e anche su Alfa Romeo Brennero. Con i due SUV che arriveranno nel 2022 e nel 2023 Alfa Romeo si gioca una fetta importante delle sue possibilità di rilancio. Saranno questi due veicoli a dover garantire al Biscione la crescita impetuosa delle immatricolazioni senza la quale sarà difficile in futuro ipotizzare il ritorno di modelli quali Duetto e GTV.

Basti pensare che a Pomigliano a regime dovrebbe essere prodotti circa 100 mila unità di Alfa Romeo Tonale all’anno mentre in Polonia saranno ancor di più le Alfa Romeo Brennero che verranno prodotte annualmente. Insomma certamente una scommessa che non può essere persa dalla casa milanese e di questo Imparato ne è perfettamente consapevole.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Tonale: nuovo avvistamento del prossimo C-SUV [Foto spia]

Looks like you have blocked notifications!