in ,

Maserati Indy 4.2 V8 del 1970 all’asta

Una vecchia Maserati Indy di colore rosso si prepara a fare la gioia di qualche collezionista.

La Maserati Indy in vendita (Foto da profilo Facebook di Bilweb Auctions)

Una splendida Maserati Indy 4.2 V8 del 1970 è all’asta sul canale Bilweb Auctions. L’esemplare, di colore rosso e con interni neri, ha percorso 78930 chilometri durante la sua esistenza. Nella scheda di vendita si legge che versa in ottime condizioni. L’auto è stata accuratamente revisionata ed è pronta per essere goduta dall’acquirente, che potrà concedersi le emozioni di guida concesse da una vecchia granturismo della scuola italiana.

Al momento le offerte toccano quota 600 mila corone svedesi, pari ad oltre 59 mila euro. Chi volesse rilanciare, avrà ancora tempo fino al 14 ottobre. Pare che l’auto sia stata importata nel paese nordico nel 1977. Il suo sound è da pelle d’oca. Questo, almeno, riferisce chi la vende. L’esemplare messo all’asta è quello con telaio AM116648. Per gli amanti del “tridente” è una ghiotta opportunità.

Maserati Indy: un tridente di lungo corso

Maserati Indy
La Maserati Indy in vendita (Foto da profilo Facebook Bilweb Auctions)

Ricordiamo che il primo esemplare di questo modello fu consegnato nel mese di luglio del 1969, ad un facoltoso acquirente svizzero. Come abbiamo riferito in un altro post, il debutto ufficioso della vettura avvenne al Salone di Torino del 1968, nello stand della Carrozzeria Vignale. Per il battesimo ufficiale, invece, si dovette aspettare l’anno successivo, quando la Maserati Indy fu offerta alla visione della stampa e del pubblico al Salone dell’Auto di Ginevra.

Qui, spesso, sono stati presentati dei gioielli a quattro ruote, molti dei quali Made in Italy. Una scelta che si è radicata nel tempo, a riprova di un rapporto felice con la cornice espositiva svizzera, considerata una delle più importanti del mondo, almeno a quei tempi. Il marchio del “tridente“, quindi, fece la scelta ambientale giusta per far conoscere la sua nuova proposta, che si consegnava allo sguardo con note di grande leggerezza visiva.

Al piacevole risultato concorrevano le ampie superfici vetrate, capaci di snellire i volumi e di regalare un’eccellente visibilità. I fari a scomparsa di quell’auto, tipici del tempo, ne caratterizzavano il frontale, insieme alla presa d’aria posta sotto il paraurti. La Maserati Indy era molto attenta allo stile, ma si prendeva tanta cura anche dell’aerodinamica.

Motore V8 da 4.2 litri con 260 cavalli

Il video della Maserati Indy 4.2 V8 del 1970 in vendita

Nell’esemplare messo all’asta da Bilweb Auctions, che appartiene alla prima serie, la spinta fa capo a un motore V8 da 4136 centimetri cubi. Questa unità propulsiva, con alesaggio di 88 mm e corsa di 85 mm, viene dissetata da quattro carburatori Weber 42 DCNF. La potenza massima è di 260 cavalli: più che sufficienti per la missione prestazionale. Tale energia viene scaricata a terra con l’ausilio di un cambio manuale a 5 marce.

Notevole l’accelerazione ed anche la ripresa è degna delle aspettative. La velocità massima tocca quota 250 km/h. Ulteriore vigore, per la Maserati Indy, giunse con l’arrivo delle successive versioni da 4719 centimetri cubi (con 290 cavalli di potenza) e da 4930 centimetri cubi (con 300 cavalli di potenza), che dal 1973 rimase l’unico motopropulsore ad equipaggiare la vettura.

Fonte | Bilwebauctions

Foto | Profilo Facebook di Bilweb Auctions

Looks like you have blocked notifications!