in

Veicoli elettrici usati: le modifiche agli incentivi in UK non avrebbero alcun effetto sui prezzi

I cambiamenti potrebbero creare un vuoto nella fascia di prezzo 35.000-40.000 sterline

Piano nazionale per la ricarica delle auto elettriche

La decisione presa dal governo del Regno Unito, di abbassare gli incentivi per le auto elettriche, avrà uno scarso impatto sui valori delle auto usate, secondo Cap HPI. Dylan Setterfield, global senior forecasting editor dell’azienda, ha affermato che l’annuncio fatto dal governo britannico sulle modifiche agli incentivi ha sollevato una serie di domande sul possibile impatto sui prezzi dei veicoli elettrici usati.

Setterfield ha suggerito che tali modifiche potrebbero creare un vuoto nella fascia di prezzo 35.000-40.000 sterline (40.916-46.761 euro) mentre alcune case automobilistiche hanno deciso di rivedere i prezzi dei loro veicoli per mitigare l’impatto sulla considerazione dei consumatori di acquistare o meno un EV. Esempi sono Peugeot, Citroën e Vauxhall.

auto elettrica
Veicoli elettrici usati, le modifiche potrebbero creare un vuoto nella fascia di prezzo 35.000-40.000 sterline

Veicoli elettrici usati: i prezzi non dovrebbero subire alcuna variazione in seguito alle modifiche agli incentivi

La nostra attuale aspettativa è che non vi sia alcun impatto prioritario sui prezzi, in nessuna direzione. Ci aspettiamo che i veicoli elettrici a batteria (BEV) continuino a ridurre il prezzo di più delle auto con motore a combustione interna ma mantengano un premio significativo per il prossimo futuro, in parte a causa del valore intrinseco della batteria stessa. Ovviamente ci saranno molte variazioni a livello di modello individuale ma in generale l’impatto sui prezzi a causa delle modifiche al PiCG è nullo“, ha detto Setterfield.

Mike Hawes, amministratore delegato della Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT), ha dichiarato che la politica del governo sta spingendo la rivoluzione elettrica principalmente verso le flotte aziendali e meno vero le famiglie. Il global senior forecasting editor ha affermato che le flotte e le imprese hanno un ruolo chiave nelle immatricolazioni di veicoli ad alimentazione alternativa.

Auto elettriche costose

Per il conducente dell’auto aziendale, ci sono ancora più incentivi disponibili. La maggior parte delle aziende vorrà ancora che i propri conducenti possano trarre vantaggio dalla tariffa zero Benefit In Kind ed è probabile che adatterà le fasce delle auto aziendali per compensare i veicoli che ora non rientrano inell’incentivo. Sebbene molti di coloro che stavano prendendo in considerazione le quotazioni prima del 18 marzo torneranno ora al punto di partenza, probabilmente c’è un impatto minore rispetto alla soglia precedente del prezzo di listino di 50.000 sterline. In generale, il PiCG non è il fattore determinante nella decisione di acquisto per i consumatori. Sebbene alcuni possano scegliere un modello alternativo o una versione con specifiche inferiori, è improbabile che molti vengano spinti all’acquisto di auto usate e per la maggior parte dei modelli i volumi di immatricolazione sono comunque dominati dalle flotte“, ha proseguito Dylan Setterfield.

Il fattore più importante che probabilmente influenzerà l’offerta e la domanda di auto usate in futuro è la disponibilità di nuove vetture. “I produttori potrebbero essere tentati di dirottare l’offerta verso altri mercati più redditizi che stanno applicando incentivi più interessanti, piuttosto che costruire veicoli per il mercato britannico“, ha concluso Setterfield.

auto-elettrica-news_800x450

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento