in

Ram 2500 e 3500: FCA richiama alcuni esemplari dei pick-up

Diversi pick-up dispongono di gradini che potrebbero rompersi facilmente se applicato del carico

Ram 2500 e 3500 gradini richiamo

Nelle ultime settimane, Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha annunciato diversi richiami per alcuni suoi veicoli come la Fiat Mobi (per un problema all’interruttore di alimentazione delle luci dei freni), il Ram 1500 2019/2020 e la Jeep Compass (questi ultimi due per un problema ai tergicristalli che potrebbero non funzionare in modo corretto).

Nelle scorse ore, il gruppo automobilistico italo-americano ha emesso un richiamo per 42.700 esemplari di Ram 2500 e 3500 2019/2020 poiché il gradino del cassone potrebbe improvvisamente rompersi. Questo causerebbe ferite gravi a una persona durante l’utilizzo. Tuttavia, FCA afferma di non essere a conoscenza, almeno fino ad ora, di lesioni causate da questo problema.

Ram 2500 e 3500 gradini richiamo
Ram 2500 e 3500, i gradini dedicati al cassone potrebbero danneggiarsi con del carico

Ram 2500 e 3500: 42.700 esemplari di pick-up richiamati negli Stati Uniti e in Canada

Fiat Chrysler Automobiles è venuto a conoscenza di questo problema verso la fine di febbraio quando il reparto ingegneristico ha scoperto che le staffe di montaggio dei gradini potevano rompersi in seguito all’applicazione di un carico. Al momento, il gruppo ha raccolto circa 27 richieste di assistenza.

In ogni caso, i gradini montati sui Ram 2500 e 3500 in questione sono stati prodotti da Mytox Magna. Dei 42.700 esemplari di pick-up in totale, oltre 37.500 si trovano negli Stati Uniti e oltre 5100 in Canada. I concessionari Ram autorizzati sostituiranno le staffe di supporto dei gradini una volta che il richiamo partirà (il 29 maggio 2020).

Tutti i possessori dei Ram 2500 e Ram 3500 coinvolti nel richiamo potranno sfruttare un numero verde dedicato dove poter chiedere maggiori informazioni.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento