in

Dodge Firebomb: la concept car del 1955 è disponibile all’asta

Purtroppo il prezzo è disponibile solo su richiesta

Dodge Firebomb 1955 asta

In alcuni degli ultimi articoli abbiamo riportato che il noto sito di aste Mecum Auctions sta proponendo in vendita alcune esclusive one-off realizzate da Dodge come le Firearrow II e Firearrow IV.

Oltre a questo, la famosa casa d’aste sta offrendo pure una Dodge Firebomb davvero esclusiva. Questa vettura esiste perché Chrysler alla fine decise di non produrre in serie il concept Firearrow, ossia quando l’industriale e imprenditore di Detroit Gene Casaroll acquistò i diritti di progettazione e produzione dalla casa automobilistica statunitense tramite la sua società Dual Motors Company.

Dodge Firebomb 1955 asta
Dodge Firebomb 1955 motore

Dodge Firebomb: Mecum Auctions sta proponendo in vendita l’esclusivo concept

A differenza della Firearrow, la Firebomb è in grado di ospitare senza problemi quattro persone adulte e inoltre è dotata di una parte superiore completamente pieghevole con un vetro posteriore e dei finestrini laterali in vetro.

Alla fine quest’auto finì per essere il prototipo della Dual Ghia prodotta in pochissimi esemplari, 104 dei quali furono costruiti tra il 1956 e il 1958. Secondo la descrizione, la Dual Ghia divenne uno status symbol con molti proprietari di un certo calibro come ad esempio Frank Sinatra.

Dodge Firebomb 1955 asta
Dodge Firebomb 1955 interni

Alla base della Firebomb troviamo un Dodge modificata come telaio progettato dalla Carrozzeria Ghia di Torino mentre sotto il cofano c’è un propulsore Hemi ad alte prestazioni da 274 CV abbinato a un cambio Chrysler.

Proprio come gli altri prototipi, anche questa Dodge Firebomb viene venduta con un prezzo disponibile esclusivamente su richiesta ma sicuramente non sarà alla portata di tutti visto che abbiamo di fronte praticamente una one-off.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento