in

Gran Premio Nuvolari 2020: gli organizzatori confermano le date

L’evento dedicato al mitico Tazio Nuvolari non dovrebbe subire ritardi a causa del coronavirus

Gran Premio Nuvolari coronavirus

Nonostante la diffusione del coronavirus, gli organizzatori del Gran Premio Nuvolari 2020 hanno deciso di confermare le date dell’evento. Ciò significa che l’appuntamento, fissato dal 17 al 20 settembre, non dovrebbe subire posticipi, anche se bisogna tenere in considerazione sempre l’evoluzione della pandemia.

L’obiettivo principale del Gran Premio Nuvolari, giunto alla 30ª edizione, è quello di radunare ogni anno diverse auto storiche in memoria del famosissimo Tazio Nuvolari, considerato da molti il miglior pilota di tutti i tempi.

Gran Premio Nuvolari coronavirus
Gran Premio Nuvolari, la diffusione del coronavirus non dovrebbe far rinviare l’edizione 2020

Gran Premio Nuvolari 2020: la 30ª edizione si terrà dal 17 al 20 settembre

Ad ogni edizione hanno partecipato sempre tantissime persone provenienti da ogni parte del mondo con i loro gioielli da collezione costruiti tra il 1919 e il 1972 e appartenenti a case automobilistiche prestigiose come Ferrari, Mercedes, Bugatti, Bentley, Aston Martin, Alfa Romeo, Maserati, Lancia e tante altre ancora.

L’edizione 2020, tenendo sempre in considerazione la diffusione del COVID-19, si svilupperà in tre tappe, Mantova-Rimini-Siena-Rimini-Mantova, lungo un percorso di 1000 km che si completerà con il pranzo di arrivederci presso il Palazzo Ducale e la cerimonia di premiazione al Teatro Bibiena.

Non ci resta che attendere le prossime settimane per vedere se le date 17-20 settembre 2020 saranno riconfermate visto che l’emergenza sanitaria ha portato già al rinvio di tantissimi eventi automobilistici come il Milano Monza Open Air Motor Show, il Concorso d’Eleganza Villa d’Este, la Mille Miglia 2020 e molti altri ancora.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento