in

Mille Miglia 2020 rinviata ad ottobre a causa del coronavirus

L’evento sarebbe dovuto svolgersi dal 13 al 16 maggio

Alfa Romeo alla Mille Miglia 2020

La diffusione del coronavirus ha portato al rinvio della Mille Miglia 2020. La decisione è stata comunicata dagli stessi organizzatori della storica gara. La nuova data è fissata per il 22-25 ottobre 2020.

La scelta di rinviare la manifestazione è stata presa dal consiglio di amministrazione di 1000 Miglia Srl e dall’Automobile Club di Brescia. Nonostante tutte le rassicurazioni fatte nei giorni scorsi, gli organizzatori hanno deciso di spostare l’evento a una data futura anziché farlo dal 13 al 16 maggio.

Alfa Romeo Mille Miglia 2018
Mille Miglia 2020, la diffusione del coronavirus sposta la storica gara ad ottobre

Mille Miglia 2020: gli organizzatori spostano ad ottobre la storica gara

Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia Srl, e Aldo Bonomi, presidente dell’Automobile Club di Brescia, hanno spiegato il motivo del rinvio attraverso una dichiarazione ufficiale.

Come le nostre istituzioni hanno costantemente comunicato in questi giorni, la salute delle persone viene prima di tutto e, nella speranza della migliore e più rapida risoluzione di questa situazione senza precedenti, tutti indistintamente abbiamo la responsabilità di partecipare allo sforzo collettivo in corso“, hanno affermato i due dirigenti.

Questo è soltanto uno dei tantissimi eventi che negli ultimi giorni ha subito un rinvio. Esempi sono il Salone di Ginevra e il Salone di New York. Oltre a questo, anche la produzione in diversi stabilimenti è stata bloccata dalle varie case automobilistiche e sia il Gran Premio F1 d’Australia che i successivi tre appuntamenti sono stati annullati.

Ieri abbiamo visto anche che il distretto regionale tedesco ha deciso di chiudere temporaneamente il famoso circuito del Nurburgring con tutti gli eventi annullati fino al 19 aprile 2020. Se la situazione non si risolverà, sicuramente verranno cancellate/posticipate altre importanti manifestazioni attese nei prossimi mesi.