in

Noleggio auto le statistiche 2019, eccezionali

Sia il lungo sia il breve termine vanno a gonfie vele in Italia

Fa presa il noleggio auto in Italia: lo dicono i numeri del 2019. Piace la formula del noleggio a lungo termine, che consente di prendere in affitto un’auto a zero pensieri (paghi il canone e non pensi alle assicurazioni, alla manutenzione, alla gestione, all’acquisto e ad altro). Piace il nolo breve, per qualche giorno; e il car sharing, l’affitto lampo per qualche minuto in città.

Noleggio auto e il fattore tasse

C’è poi il fattore tasse che spinge il noleggio. Aiutato in questi ultimi mesi dal timore dell’introduzione di una nuova e più penalizzante fiscalità sull’auto aziendale a partire dal 2020 che ha portato molti clienti ad anticipare i contratti. L’annata, dice Dataforce, si è così conclusa con un +8,99% a 281.301 immatricolazioni nei 12 mesi, con un incremento di 23.217 unità ,  al 2018, di cui 6.299 soltanto a dicembre. Parliamo solo di auto. Sul versante dei veicoli commerciali leggeri, il saldo di dicembre è tornato in attivo dopo 2 mesi consecutivi di rosso: il -17,61% di ottobre e il -23,96% di novembre.

Noleggio auto a dicembre: ottimi risultati

A dicembre l’incremento delle immatricolazioni del noleggio a lungo termine ha riguardato entrambe le principali tipologie di operatore.

  • Benissimo le società captive, cioè quelle controllate da costruttori automobilistici: Leasys, Mercedes-Benz Charterway, Free2Move Lease-PSA, ES Mobility-Renault/Nissan e Volkswagen Leasing. Hanno aumentato del 67,67% le consegne.
  • Bene i generalisti Top, ossia le principali società di noleggio che offrono prodotti multimarca: ALD Automotive, Alphabet, Arval, Athlon, Car Server, LeasePlan e Sifà. Hanno fatto registrare una crescita più modesta, ma comunque eccellente, del 38,21%.

Leasys di FCA Bank, soddisfazione nel 2019

A proposito di graduatoria degli operatori preferiti dai clienti nel noleggio a lungo termine, al termine dell’annata 2019, Leasys ha mantenuto la leadership a parecchie lunghezze di distanza dal secondo in classifica, Arval. La captive di FCA Bank ha immatricolato nel 2019 79.233 veicoli, mentre Arval 61.145. Leasys ha targato in 12 mesi quasi 20.000 vetture e veicoli commerciali leggeri in più rispetto a tutto il 2018, quando furono 60.579. Qual è il “segreto” di Leasys? Proporre soluzioni flessibili e innovative, che rispondano alle esigenze sempre crescenti dei consumatori.

Dal terzo posto in giù, la classifica del noleggio auto

Arval, in terza posizione c’è ALD Automotive, quest’anno protagonista in negativo con sole 41.956 unità (nel 2018 furono 63.039). La quarta posizione, ci spiega Dataforce, è appannaggio di LeasePlan (37.190 immatricolazioni). Al quinto posto Volkswagen Leasing che, con 32.507 nuove targhe, è stato l’operatore captive con maggiore tasso incrementale: nel 2018 la filiale italiana della società di noleggio a lungo termine tedesca aveva targato 23.517 veicoli, 9.000 in meno del 2019.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento