in

Ferrari deposita un brevetto per un nuovo motore V12 più efficiente

Il nuovo brevetto depositato presso l’USPTO riporta due metodi di combustione per rendere più efficiente il powertrain

Ferrari motore V12

Ferrari ha depositato un nuovo brevetto presso lo United States Patent and Trademark Office (USPTO) per un nuovo motore V12 che dovrebbe essere molto più efficiente rispetto agli attuali propulsori a 12 cilindri.

All’interno del brevetto, la casa automobilistica modenese riporta due diversi metodi di combustione i quali potrebbero migliorare l’efficienza del powertrain. Il primo prevede una piccola quantità di carburante iniettato appena prima che la candela si accende per creare una miscela aria-benzina più calda la quale permetterà al sistema catalitico di ottenere rapidamente calore all’avvio del propulsore, riducendo le emissioni durante questa fase.

Ferrari nuovo motore V12 brevetto
Ferrari, il brevetto rivela diverse informazioni sul nuovo propulsore V12

Ferrari: Maranello non intende elettrificare il suo 12 cilindri da 6.5 litri

La seconda soluzione proposta da Ferrari nel brevetto vede una pre-camera montata sopra la camera di combustione principale, separata dalla parete, che comunica attraverso uno o più portali liberi e inoltre dispone di una seconda serie di candele per determinare ciclicamente e selettivamente l’accensione della miscela presente nella pre-camera e innescando la reazione di combustione.

Il mese scorso, Ferrari ha dichiarato che impiegherà tutte le sue forze per riuscire a mantenere in circolazione il suo motore V12 aspirato da 6.5 litri. Recentemente, il cavallino rampante è stato costretto a modificarlo per adattarlo alla normativa Euro 6. Sull’ultima Ferrari 812 GTS ci è riuscita in quanto il propulsore eroga gli stessi 810 CV della versione berlinetta.

Ferrari nuovo motore V12 brevetto

È interessante notare come Ferrari sembra non avere nessuna intenzione di elettrificare o ridimensionare il suo V12, nonostante la maggior parte degli altri produttori automobilistici abbiano già applicato queste due “manovre” per adattare i powertrain alle ultime normative sulle emissioni.

Un po’ di tempo fa Michael Leiters, capotecnico di Ferrari, ha dichiarato a Top Gear: “Un motore V12 ad aspirazione naturale non è un motore ridimensionato e per me non ha senso come ibrido. Combatteremo per il nostro V12 ovviamente. Faremo tutto il possibile per mantenerlo in vita in quanto è fondamentale per il nostro marchio. Una vera ibridazione del V12? Non è la soluzione. LaFerrari è stata elettrificata per aumentarne le prestazioni“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento