in

Mick Schumacher prova la Ferrari F8 Tributo sulla pista di Fiorano

Il giovane pilota rimane stupito dalle prestazioni della supercar italiana

Mick Schumacher Ferrari F8 Tributo

Mick Schumacher ha provato ad aprile la monoposto SF90 di Ferrari durante dei test svolti a Bahrein, la stessa con cui il giovane pilota Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio di Monza.

Nelle scorse ore, però, il figlio della leggenda della Formula 1 ha avuto la possibilità di provare una delle ultime supercar annunciate dal cavallino rampante. Stiamo parlando della Ferrari F8 Tributo. Anche se non è l’auto più potente proposta in questo momento da Maranello, essa riesce comunque a trasmettere pure emozioni grazie al suo motore V8 biturbo da 720 CV.

Ferrari F8 Tributo
Ferrari F8 Tributo

Ferrari F8 Tributo: una delle ultime supercar di Maranello guidate da Mick Schumacher

Dopo aver completato i test sulla pista di Fiorano, Mick Schumacher ha condiviso una foto su Instagram che lo ritrae accanto al bolide italiano e riportando il messaggio “Mamma mia”, affermazione che ha espresso a pieno quanto provato dal pilota alla guida della supercar.

Vi ricordiamo che la Ferrari F8 Tributo è stata presentata ufficialmente da Maranello durante il Salone di Ginevra di quest’anno come diretta erede della 488 GTB, anche se condivide diverse caratteristiche.

Mick Schumacher
Mick Schumacher

La vettura sportiva a motore centrale rappresenta, a detta di Ferrari, un ponte verso un nuovo linguaggio di design orientato parecchio alla sportività e alle performance aerodinamiche. La progettazione dell’estetica della vettura è stata diretta, come al solito, da Flavio Manzoni presso il Centro Stile Ferrari.

Il nome Tributo omaggia il motore V8 di Ferrari più potente di sempre. Parlando proprio di quest’ultimo, come anticipato poco fa, si tratta di un propulsore a 8 cilindri disposti a V da 3.9 litri capace di erogare una potenza di 720 CV a 8000 giri/min e 770 nm di coppia massima a 3250 giri/min.

Ferrari F8 Tributo dal vivo

Il più potete V8 prodotto da Ferrari fino ad ora è caratterizzato da collettori di aspirazione specifici con fluidodinamica ottimizzata, scarichi e collettori in Inconel e così via. Questi dati permettono alla Ferrari F8 Tributo di accelerare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e da 0 a 200 km/h in 7,8 secondi mentre la velocità massima raggiunta è pari a 340 km/h.

Vi ricordiamo anche che la supercar ha concluso il giro completo della pista di Fiorano in 1 minuto e 22,5 secondi (mezzo secondo più veloce della 488 GTB).

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento