in

Jeep Wrangler: class action per “l’oscillazione della morte”

Gli automobilisti americani insorgono

Jeep Wrangler 2018 richiamo esemplari Australia

Jeep afferma di avere trovato una soluzione alla famigerata “oscillazione della morte” (death wobble), comunemente associata con il fuoristrada Wrangler. La Casa automobilistica è stata messa sotto accusa dopo che alcuni guidatori americani si sono uniti per intentare una class action, citando il problema inerente la sicurezza. Un effetto di oscillazione dell’avantreno, improvviso e spesso drammatico provoca una perdita completa del controllo dello sterzo.

Qualsiasi fondo irregolare può, in buona sostanza, provocare seri danni durante la guida. Per anni, una caratteristica notoriamente associata con le Jeep Wrangler, principalmente se le sospensioni anteriori e i componenti dello sterzo sono usurati dal tempo e dal logorio o se l’avantreno non è correttamente allineato. Il rischio aumenta perché molti veicoli sono spesso spinti al limite, accelerando l’usura delle parti.

Jeep Wrangler: lo stabilizzatore è un rimedio che non convince

Per tentare di rimuovere il problema all’origine, Fca si sta adoperando per installare uno stabilizzatore (o ammortizzatore di sterzo). Nonostante la causa, sostiene di non essere a conoscenza di incidenti mortali o infortuni causati dalla lacuna. Ma l’accusa sostiene che rappresenta una grossa minaccia per sicurezza, che lo stabilizzatore è solo un “cerotto sopra una gamba rotta”, ovvero non lo risolva direttamente ma lo nasconda appena.

Le cause del fenomeno

“No, non darei la colpa alla fabbricazione”, ha detto a The Detroit Free Press Mark Chernoby, Chief Technical Officer di FCA. “È una combinazione di progettazione e processo produttivo”. L’oscillazione della morte viene principalmente attribuito alla Jeep Wrangler, ma non colpisce solamente questo modello. Infatti, il fenomeno è possibile per ogni veicolo con sospensioni poco molleggiate. Ciò è dovuto al design raffazzonato dell’asse e allo sistema di sterzo. I reclami presentati a Fca rappresentano solo il 2 per cento delle 370mila nuove Wrangler prodotte a giugno. I clienti riceveranno una lettera per posta e, gratuitamente, il nuovo ammortizzatore di sterzo come in un bollettino di servizio, piuttosto che un richiamo di sicurezza.