in ,

Alfa Romeo Stelvio: vendite negli USA a confronto con le rivali dopo il primo semestre del 2019

Il SUV di Alfa Romeo è il modello meno venduto del suo segmento negli USA

Dopo aver visto l’andamento delle vendite dell’Alfa Romeo Giulia negli USA in confronto con le dirette rivali, è tempo di analizzare i risultati ottenuti dall’Alfa Romeo Stelvio, un modello chiave per il successo oltreoceano del marchio italiano. Al termine del primo semestre del 2019, il SUV della casa italiana ha registrato un netto rallentamento delle vendite rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno, confermandosi, per poche centinaia di unità, il modello Alfa Romeo più venduto negli USA. 

A differenza della Giulia, che deve fare i conti oltre che con una crisi di vendite generale del marchio Alfa Romeo anche con un segmento di mercato in costante calo, l’Alfa Romeo Stelvio occupa un segmento di mercato in forte crescita negli ultimi anni e buona parte delle dirette concorrenti hanno fatto registrare risultati positivi. Il SUV della casa italiana, invece, ha chiuso il primo semestre del 2019 con risultati abbastanza deludenti.

Per l’Alfa Romeo Stelvio, infatti, le vendite totali tra gennaio e giugno negli USA si sono fermate a 4.600 unità con un calo percentuale del 20% rispetto ai risultati raggiunti nel corso del primo semestre dello scorso anno. Il risultato, per quanto migliore di quello della Giulia (4.346 unità vendute negli Stati Uniti con un calo percentuale del 32%)  è comunque da considerare molto negativo per via del differente segmento di mercato e dei risultati ottenuti dalle dirette concorrenti. 

Alfa Romeo Giulia Stelvio Quadrifoglio NRING Salone di New York

BMW ed Audi in forte crescita, leggero calo per Mercedes

A guidare il segmento di mercato dell’Alfa Romeo Stelvio negli USA, dopo il primo semestre del 2019, è il Mercedes GLC. Il SUV tedesco, infatti, ha raccolto un totale di 33,906 unità vendute nel periodo considerato registrando un calo percentuale del 3.5% rispetto ai risultati raccolto nel corso del primo semestre dello scorso anno. 

Da segnalare anche le 32,127 unità vendute del BMW X3, che registra una crescita percentuale, rispetto allo scorso anno, pari al +30%, supportato dalle 3,617 unità vendute del BMW X4, in crescita del +102% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. Tra i SUV tedeschi c’è da considerare anche l’Audi Q5, che raggiunge quota 32,046 unità vendute con una crescita pari al +10% rispetto allo scorso anno, ed il Porsche Macan, che si ferma a quota 9,711 unità vendute registrando un calo percentuale del 16.6% rispetto ai primi 6 mesi del 2018. 

Per quanto riguarda la concorrenza dei brand premium nipponici, segnaliamo le 30,181 unità vendute dell’Acura RDX, che registra anche una crescita del +10% rispetto allo scorso anno, e le 26,876 unità vendute del Lexus NX, in calo del 6% rispetto ai dati raccolti nel 2018. In leggero calo anche l’Infiniti QX50, che si ferma a 8,724 unità distribuite negli USA con un calo del 3.8% rispetto ai dati dello scorso anno. 

A completare le vendite del segmento dell’Alfa Romeo Stelvio negli USA troviamo il Range Rover Velar, che si ferma a 8,722 unità vendute nel corso del primo semestre con un calo percentuale dell’1% rispetto ai dati del 2018, ed il Jaguar F-Pace, che raggiunge quota 7,309 unità vendute con una crescita percentuale del +0.8%. Da segnalare anche le 14,566 unità vendute del Volvo XC60 che chiude il semestre con un calo percentuale dell’1.5%.  

Andando ad analizzare le vendite delle dirette concorrenti del SUV di casa Alfa Romeo, possiamo notare che lo Stelvio fa registrare il calo percentuale più marcato tra tutti i modelli considerati ed il risultato complessivo di unità vendute più basso in assoluto andando, di fatto, ad occupare l’ultimo posto del suo segmento di mercato. 

Si tratta, quindi, di un risultato abbastanza deludente per l’Alfa Romeo Stelvio. Il SUV della casa italiana, dopo un 2018 da protagonista chiuso con 12 mila unità vendute (un risultato molto vicino ai dati raccolti dai SUV di Jaguar Land Rover), ha iniziato il 2019 in modo decisamente negativo nonostante il lancio di un nuovo Model Year che ha introdotto una nuova versione entry level dello Stelvio (la prima a trazione posteriore e non integrale) dal prezzo decisamente più basso della versione precedente. 

Adesso sarà importante capire come si comporterà il SUV italiano nel corso dei prossimi mesi. A differenza della Giulia, che deve affrontare la difficile situazione delle berline sul mercato USA, lo Stelvio ha davanti a sé un segmento in buona salute con più della metà dei modelli che registrano risultati positivi e con solo un modello, il Macan, che insieme allo Stelvio va segnare un calo in doppia cifra. 

Difficilmente nel corso dei prossimi mesi arriveranno sostanziali novità per la gamma dell’Alfa Romeo Stelvio negli USA. In cantiere c’è un restyling, che dovrebbe andare a rinnovare soprattutto l’abitacolo interno, e il debutto della versione ibrida che potrebbe dare una spinta significativa alle vendite del SUV della casa italiana. 

Il prossimo appuntamento con le vendite dell’Alfa Romeo Stelvio negli USA è fissato per la fine del terzo trimestre del 2019 (da questo trimestre, infatti, FCA inizierà a rilasciare i dati di vendita negli USA a cadenza trimestrale e non più mensile). Continuate, quindi, a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.