in ,

FCA: dopo la pausa estiva, a Melfi arriveranno le pre-serie della Jeep Compass e della Renegade ibrida

La conferma arriva da fonti sindacali

Lo stabilimento di Melfi, a poco più di un anno dalla fine della produzione della Fiat Punto, si appresta a vivere una nuova rivoluzione industriale. Dopo la pausa estiva, infatti, il sito di produzione FCA di Melfi registrerà un importante passo in avanti verso l’avvio della produzione della Jeep Compass, il terzo modello che verrà realizzato nello stabilimento lucano, e della Jeep Renegade ibrida, il primo modello elettrificato della gamma di FCA per il mercato europeo. 

La conferma arriva direttamente dal segretario generale della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista che ha dichiarato che “dopo la pausa estiva inizierà con le prime pre-serie la fase di avvicinamento a quella che possiamo definire la terza rivoluzione industriale di Melfi con le versioni ibride della Renegade e sopratutto la messa in produzione del nuovo modello Compass”

La realizzazione delle prime versione “pre-serie” della nuova Compass italiana e della Renegade ibrida è la conferma che il lancio commerciale dei due modelli è quasi vicino. Come già anticipato nei mesi scorsi, le due nuove Jeep dovrebbero arrivare sul mercato nel corso del primo trimestre del 2020, dando un contributo considerevole (soprattutto per quanto riguarda la Compass) alla crescita dei livelli produttivi di Melfi.

FCA di Melfi: nuovi stop produttivi tra agosto e settembre

L’avvio della produzione della Jeep Compass e della Renegade ibrida garantiranno un’importante crescita dei livelli produttivi di Melfi che, al momento, sta attraversando, come tutti gli altri stabilimenti italiani del gruppo, un periodo di grossa difficoltà con diversi stop produttivi previsti tra agosto e settembre. 

Oltre la pausa estiva prevista dal 4 al 25 agosto, infatti, a Melfi le attività di produzione saranno sospese dalle 22 di venerdì 2 agosto alle 6 di domenica 4 agosto, dalle 6 alle 14 di lunedì 26 agosto e dalle ore 6 di sabato 31 agosto alle 6 del 1° settembre al fine di evitare un surplus produttivo dei due modelli che vengono assemblati nello stabilimento (Jeep Renegade e Fiat 500X). 

A Melfi partirà il primo progetto del “Piano Italia” di FCA

L’avvio della produzione della Jeep Compass e della Renegade ibrida segnerà anche il concretizzarsi del primo progetto del “Piano Italia” di FCA, il piano industriale del gruppo per gli stabilimenti italiani. I due modelli Jeep saranno, infatti, le prime novità previste dal piano presentato lo scorso novembre dall’amministratore delegato Manley. 

Nelle scorse settimane è arrivata anche la conferma ufficiale relativa alla Fiat 500 Elettrica. La nuova city car a zero emissioni sarà realizzata a Mirafiori dove, attualmente, è in corso la preparazione delle nuove linee produttive che saranno pronte entro fine anno. 

Nel frattempo, a Pomigliano d’Arco FCA ha chiesto una proroga della cassa integrazione straordinaria che potrebbe significare un ritardo nel debutto dell’Alfa Romeo Tonale, in un primo momento previsto per la fine del 2020. Per il prossimo anno, inoltre, è prevista la produzione della Maserati Alfieri a Modena. 

Ancora tutto da valutare il futuro di Cassino, dove potrebbe partire la produzione del D-SUV Maserati, uno dei progetti più “misteriosi” del “Piano Italia”, e dovrebbero arrivare le varianti ibride di Giulia e Stelvio (con tempistiche tutte da valutare). Per i prossimi anni, inoltre, sono in programma anche le varianti ibride dei modelli Maserati e il lancio della Panda mild hybrid.