in

Alfa Romeo: cosa sta succedendo al Biscione?

Le vendite continuano a crollare ma tutto tace in casa Alfa Romeo, cosa riserverà il futuro?

Alfa Romeo

Alfa Romeo non sta vivendo certamente un bel momento della sua storia. Le vendite stanno calando in tutto il mondo e lo stabilimento di Cassino deve fare i conti con un calo della produzione che sta causando non pochi problemi. In tanti si domandano cosa accadrà nel futuro dello storico marchio del Biscione. In assenza di novità importanti è difficile che le vendite possano risalire. Tra la fine del 2020 e gli inizi del 2021 dovrebbe partire la produzione del suv Alfa Romeo Tonale. Al momento però non vi sono notizie certe in merito e per adesso in strada non si vedono prototipi del veicolo in questione.

Alfa Romeo: nel silenzio generale crescono le incertezze per il futuro

Questo fa pensare che l’arrivo di Tonale possa essere posticipato e nel migliore dei casi avvenire nel corso del 2021 inoltrato. Per il resto non vi sono grandi novità. Di un Suv di grandi dimensioni per il momento non si sta parlando più. Delle due auto sportive promesse dal piano industriale dello scorso anno non abbiamo più alcuna traccia da tempo. Una nuova generazione di Giulietta non è prevista ancora per molti anni. Si vocifera del possibile ritorno del Biscione nel segmento B del mercato con un crossover che potrebbe essere l’erede della MiTo divenendo la nuova entry level della gamma di Alfa Romeo. Per il momento però si tratta anche in questo caso di semplici voci. 

Anche le versioni ibride di Giulia e Stelvio che per un lungo periodo sembravano imminenti adesso non lo sembrano più così tanto. Anche in questo caso di date certe di inizio della loro produzione non vi è alcuna traccia. Si spera ovviamente che alle numerose domande che in questi mesi i numerosi fan del marchio milanese si stanno facendo sul futuro di Alfa Romeo presto qualcuno tra i dirigenti della casa milanese possa dare risposta.

Nel frattempo dagli Stati Uniti all’Europa le immatricolazioni continuano a calare. Anche Stelvio che per un lungo periodo sembrava essere immune dalla crisi, adesso inizia a perdere colpi. Con l’aggiornamento di metà carriera di Giulia e Stelvio in arrivo qualcosa dovrebbe migliorare ma non sono queste le novità che in tanti si aspettano da Alfa Romeo per quel famoso rilancio promesso ormai da molti anni ma a cui probabilmente ormai quasi più nessuno crede.