in ,

Ferrari 328 GTS: emozioni on board di taglio classico sulle strade montane | Video

Certi brividi accarezzano l’anima e regalano gioie speciali, come quelle della Ferrari 328 GTS.

Ferrari 328 GTS
Foto Ferrari

In quest’era triste, dove il rischio, per gli appassionati, è quello di un appiattimento verso le auto elettriche, imposte dall’Unione Europea ma quasi del tutto snobbate dalla gente, tuffarsi nelle emozioni endotermiche di una classica come la Ferrari 328 GTS è qualcosa di altamente benefico. Il video ci fa vivere idealmente questa esperienza, a bordo di un esemplare del 1986, mentre danza felicemente sulle strade montane dell’Austria, in una trama di scenari mozzafiato. Anche se l’andatura è lontana dal limite (come è giusto che sia nella cornice ambientale scelta per le riprese), gli stimoli sensoriali sono davvero positivi.

La Ferrari 328 GTS è una regina di bellezza. Immenso il suo carisma. Nata come evoluzione della precedente 308, ne costituisce un abile aggiornamento, eseguito sempre dalla stessa firma: quella di Pininfarina. Si vede. Qui, infatti, il matrimonio fra eleganza e sportività si compie in modo mirabile, come solo i più grandi geni creativi sanno fare.

I cambiamenti estetici riguardano soprattutto i paraurti, che hanno ottenuto un look più moderno. Peccato per il frontale, diventato più pesante di quello della progenitrice. Sugli altri fronti, invece, il lavoro è stato davvero perfetto, aggiungendo ulteriore energia alle sinuose movenze della vettura di partenza. La vista laterale e di 3/4 posteriore sono da antologia.

Ferrari 328 GTS
Foto Ferrari

Impossibile non innamorarsi della Ferrari 328 GTS (acronimo di Gran Turismo Spider), il cui debutto in società è avvenuto nel 1985, in contemporanea alla versione chiusa GTB (Gran Turismo Berlinetta). Dal mio punto di vista, la maggiore versatilità d’uso della versione scoperta, che concede inebrianti emozioni en plein air, la rendono preferibile nella scelta, oggi possibile solo nel mercato dell’usato.

La vettura gode di ottima reputazione. Rispetto ad altre “rosse” è più affidabile. Fra i suoi punti di forza, dei lineamenti di gusto classico, destinati all’eternità. Questa è una delle espressioni più riconoscibili ed apprezzate dell’arte creativa del “cavallino rampante”. Ma la Ferrari 328 GTS non è solo splendore estetico. Anche la meccanica e il comportamento dinamico sono all’altezza. Non aspettatevi prestazioni degne delle sportive moderne, però sul piano sensoriale il modello resta al top. Ciò succede solo quando si nasce con l’apparato genetico giusto.

A Maranello, con questa evoluzione della 308, fecero un lavoro egregio, frutto di un affinamento attentamente calibrato in ogni aspetto. Sotto il cofano posteriore pulsa un motore V8 da 3.2 litri di cilindrata, rigorosamente aspirato. Qui c’è la purezza di una meccanica di altri tempi, dove ogni elemento vive nella dimensione più autentica. La potenza erogata è di 270 cavalli, messi sul piatto con grande tono caratteriale. Molto gradevoli gli aspetti sonori, che ne accompagnano le danze, fino alla velocità massima di 270 km/h.

L’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 6.3 secondi, mentre il chilometro con partenza da fermo viene liquidato in 25.7 secondi. Buona l’azione dell’impianto frenante, nelle versioni dotate di ABS. Dal punto di vista estetico, però, sono preferibili gli esemplari privi dell’antibloccaggio, per il design dei cerchi, nettamente preferibile. Oggi questa youngtimer gode di ampi apprezzamenti. Non avevamo il minimo dubbio in tal senso.