in

Citroën ha superato le 60.000 vendite in Spagna nel 2022

Quota di mercato del 6,5 per cento per i francesi in Spagna

Citroen

Come tutti i marchi automobilistici, Citroën ha fatto il suo bilancio per l’anno 2022. Nonostante le complicazioni derivate dalla crisi dei chip, dalla crisi della logistica e dall’inflazione, dal marchio francese sono soddisfatti dei loro risultati nel mercato spagnolo, ma sono ambiziosi. In questo senso la società del gruppo Stellantis ha immatricolato nel Paese 60.002 veicoli, raggiungendo una quota di mercato del 6,4%.

Citroën ha immatricolato 60.002 veicoli in Spagna, raggiungendo una quota di mercato del 6,4%

Queste cifre rappresentano una riduzione del suo peso sul mercato dello 0,5% essendo, contando le vendite di autovetture e veicoli commerciali, il sesto marchio più venduto in Spagna. Come spiegato da Nuno Marques, amministratore delegato di Citroën Spagna e Portogallo nella presentazione dei risultati, “il 60% di questi veicoli sono auto ‘made in Spain’, prodotte in uno dei tre stabilimenti Stellantis in Spagna: Vigo, Madrid e Saragozza.

Nel mercato dei veicoli commerciali, Citroën ha approfittato della grande richiesta del Berlingo per posizionarsi come il secondo marchio con più vendite in Spagna con una quota di mercato del 14%. Per quanto riguarda i veicoli elettrificati -ibridi plug-in ed elettrici-, l’azienda francese è stata l’ottava best-seller.

Marques ha sottolineato che una delle grandi virtù di Citroën in Spagna è che hanno una gamma con molti prodotti ben definiti per segmenti. In questo senso, il marchio conferma che i suoi modelli AMI, C4, ëC4, hybrid C5X, Berlingo, ëBerlingo, C3 l’auto più venduta del marchio in Spagna con 32.643 unità, sono tra i modelli più venduti all’interno del loro segmento.

In Citroën spiegano di aver notato negli ultimi anni un grande cambiamento nella distribuzione dei loro veicoli per canale. Così, mentre nel 2018 il 57% delle immatricolazioni proveniva dal canale privati ​​e il 25% dal canale imprese, nel 2022 la distribuzione è stata del 41% per i privati ​​e del 46% per le aziende.

Citroën ha grandi ambizioni per l’anno 2023. La società prevede che il mercato spagnolo supererà di poco il milione di unità, suddivise tra 900.000 autovetture e 130.000 veicoli commerciali. Con questi numeri, il marchio vuole diventare il secondo più venduto in Spagna, cosa per la quale Marques ritiene che dovrebbero vendere almeno 70.000 unità, di cui si aspetta che tra il 15% e il 20% saranno veicoli ibridi plug-in o 100% elettrici.

Citroen

Tra i suoi obiettivi c’è quello di diventare il quinto marchio di autovetture più venduto, recuperare il trono nel segmento dei veicoli commerciali e continuare a promuoverne l’elettrificazione, sfruttando gli effetti delle nuove zone a bassa emissione e l’estensione di Moves III fino alla fine dell’anno, per salire al quarto posto in termini di vendite di questo tipo di veicolo.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI