in

Stellantis Heritage svela la Abarth Classiche 500 Record Monza ’58 a Milano AutoClassica

La prestigiosa vettura è stata realizzata dal team Heritage sulla base di una Fiat 500 del 1970

Abarth

Stellantis Heritage partecipa alla 12a edizione di Milano AutoClassica ( Fiera Milano, 18-20 novembre ), salone dell’auto dedicato alle auto d’ epoca e sportive, punto di riferimento per appassionati, collezionisti, musei e circoli del settore. L’evento è l’occasione per presentare l’ultima creazione del team Heritage, l’ Abarth Classiche 500 Record Monza ’58, vettura nata per celebrare il centenario dell’Autodromo di Monza, il “tempio della velocità” italiano dove Abarth ha collezionato innumerevoli successi.

Stellantis Heritage ha scelto il 12 ° Salone di Milano AutoClassica per presentare l’Abarth Classiche 500 Record Monza ’58

Tra i più significativi, i sei record di velocità e resistenza battuti in una settimana nel febbraio 1958, a bordo della prima Fiat 500 sviluppata dalla Casa dello Scorpione, sotto l’attenta supervisione dello stesso Carlo Abarth. Da qui il nome di questo esemplare unico, realizzata sulla base di una Fiat 500 del 1970, utilizzando specifici trattamenti estetici e meccanici. La livrea esterna “Monza ’58” richiama il verde della vettura che ha stabilito i record a Monza, lo stesso colore utilizzato da Abarth nel 2019 sulla sua moderna Abarth 695 70° Anniversario.

Questa decisione testimonia quanto sia ancora attuale il legame tra la 500 Abarth e Monza. La Fiat Nuova 500 sviluppata da Carlo Abarth per i record del 1958 serve da ispirazione non solo per le livree esterne dell’auto tributo, ma anche per gli interni, che riprendono lo stesso tessuto e cuciture a contrasto della prima serie della 500, prodotta dal 1957. Lo stesso contrasto cromatico si ritrova anche nei pannelli e nelle fiancate del sedile monoposto da corsa (un ulteriore omaggio alla 500 dei record, una monoposto per ridurne il peso).

La strumentazione è completa: oltre al volante in legno e al cruscotto Jaeger caratteristici dei modelli storici Abarth, include un prestigioso segnatempo della stessa marca che dura otto giorni con una sola carica, per ricordare quella intensa settimana monzese in cui si registrarono incredibili record rotte. Di chiara ispirazione racing anche i pavimenti nudi e il tetto rigido aerodinamico in sostituzione della consueta capote, così come la coppia di fari supplementari.

Speciale anche la meccanica: la vettura è messa a punto per essere particolarmente sportiva ed è equipaggiata con il motore bicilindrico della Fiat 500, portato a una cilindrata di 595 cc grazie al Tuning Kit Abarth Classiche 595. Riprodotto con le ultime tecnologie, il kit si ispira alla versione realizzata dalla Casa dello Scorpione nel 1963. In particolare, il motore è lo stesso utilizzato dal team Heritage per testare i componenti dell’odierno Tuning Kit.

Abarth

Gli stemmi – tra cui quello ‘Record Monza’, un’esclusiva per questo esemplare unico – completano il vero e proprio gioiello di una vettura davvero speciale, degno omaggio a un’istituzione come l’Autodromo di Monza. Questa one-off Abarth fa parte del progetto Heritage denominato “ Reloaded by Creators ”, grazie al quale un numero limitato di auto d’epoca con certificazione di autenticità vengono restituite alla loro originaria bellezza grazie all’esperienza e al know-how del team di tecnici Heritage alle Officine Classiche. Per tutte le informazioni sull’acquisto potete scrivere all’indirizzo: heritage@stellantis.com

Ti potrebbe interessare: Abarth e Breil presentano il nuovo orologio ispirato all’Abarth 695 Tributo 131 Rally

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!