in

Peugeot 2008: sarà la prima ibrida prodotta a Vigo

Il centro Stellantis di Vigo inizierà a occuparsi dei motori ibridi con la Peugeot 2008, conformemente ai piani iniziali.

Peugeot 2008 2022

Da quando la Peugeot 2008 è approdata nello stabilimento Stellantis di Vigo è partita una storia di successo, in grado di consacrare il know-how della fabbrica e di prospettare un avvenire luminoso. Soprattutto nel momento in cui la vettura si è rivelata un best seller nel suo segmento di appartenenza le cose sono andate lisce come l’olio. Fin dall’inizio il management aveva preso in esame la possibile implementazione di un propulsore ibrido per il suv, il quale avrebbe accompagnato le versioni termica ed elettrica.

Peugeot 2008: pioniera dell’ibrido a Stellantis Vigo

Peugeot 2008 2022

Tuttavia, i piani hanno subito una brusca frenata per cause di forza maggiore. Nella fattispecie, lo scoppio dell’emergenza sanitaria da Coronavirus (il veicolo ha iniziato la produzione di massa solo l’anno prima, nel 2019) e la persistente crisi di approvvigionamento ha determinato blocchi lungo l’intera filiera delle quattro ruote, da cui il significativo ritardo nello sviluppo del processo.

Stando al magazine FARO, l’impianto Stellantis di Vigo porta avanti in parallelo il restyling della Peugeot 2008 e il lancio di questo nuovo motore. Ciò comporterà pure un salto tecnologico per il centro, non appena metterà piede nel comparto delle semi-ibride. La soluzione, volta a ridurre le emissioni di anidride carbonica senza sobbarcarsi spese eccessive, costituisce un naturale step intermedio tra i mezzi elettrici e ibridi.

Peugeot e-2008

La Peugeot 2008 potrebbe proiettarla ancor di più tra le strutture cruciali del conglomerato italo francese, fondato nel 2021 dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e PSA Groupe. Nello scorso mese di marzo, l’amministratore delegato del gruppo, Carlos Tavares, ha sottolineato l’importanza della transizione elettrica. Entro il 2030 il 100 per cento delle vetture commercializzate nel Vecchio Continente dai brand sarà BEV, ossia a batteria. Se parliamo, invece, degli States ammonteranno al 50 per cento del totale al termine del decennio.

L’apertura delle istituzioni alle forme di alimentazione ibrida (qualora i futuri progressi dovessero registrare i miglioramenti sperati) giustifica l’approccio adottato dalla società madre. Il prossimo obiettivo da conseguire per Stellantis Vigo è il motore “green” da montare su un modello dotato di notevole fascino. Non solo nei confini francesi, bensì sull’intera scena europea: i recenti risultati di vendita ne attestano il valore.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!