in

Ferrari Purosangue: aumentano a vista d’occhio le foto spia

Quando manca un meno alla presentazione ufficiale, si moltiplicano gli avvistamenti di Ferrari Purosangue, il primo suv di Maranello.

Ferrari Purosangue foto spia

Ferrari Purosangue compirà l’esordio ufficiale fra solo un mese. Negli ultimi giorni è giunta la conferma ufficiale da parte del numero uno della Casa di Maranello, l’amministratore delegato Benedetto Vigna. Intanto, in rete si moltiplicano gli avvistamenti dello sport utility come emerge dalle foto spia ritraenti il pioniere dei fuv nei pressi del quartier generale.

Ferrari Purosangue: preparativi d’esordio

Ferrari Purosangue foto spia

Ormai i muletti di Ferrari Purosangue che vengono impiegati per i canonici test su strada in vista del lancio ufficiale presentano la carrozzeria definitiva. Dunque, è possibile stabilire, almeno per sommi capi, quale sarà l’impostazione stilistica della vettura destinata a creare un prima e un dopo nella storia del marchio modenese. Dal responso commerciale passeranno una parte importante delle future strategie.

Qualora “l’esperimento” attesti la bontà del percorso intrapreso, allora i puristi dovranno mettersi l’anima in pace. Uscire dalla comfort zone, ha fatto storcere il naso a una parte degli appassionati, ma, freddi numeri alla mano, non si fatica a coglierne una logica di fondo. Le prospettive di guadagno dei suv di lusso sono eccellenti e volersi andare a prendere questa fascia di appassionati è risultato lo step evolutivo naturale della società.

Qualche giorno fa il già citato chief executive officer, Benedetto Vigna, ha peraltro confermato che le prime consegne di Ferrari Purosangue non avranno inizio entro la fine dell’anno in corso, come si era invece mormorato con insistenza fino a un po’ di mesi fa, bensì subiranno uno slittamento. L’apertura delle commercializzazioni è ora in programma all’inizio del 2023.

Logo Ferrari

Ferrari Purosangue esprime un look da berlina rialzata più che da suv nell’accezione stretta del termine. Monterà il motore V12 nel suo portafoglio prodotti e in listino vi saranno altresì delle versioni ibride. Anche se le credenziali per sfondare paiono esserci, la compagnia mira a tutelarne l’esclusività. Difatti, il totale delle sue vendite non potrà mai andare oltre il 20 per cento dell’ammontare complessivo.

Per dirla in altre parole, ogni cinque veicoli dell’azienda immatricolati non più di uno sarà Purosangue. In caso contrario, il management avrebbe timore di sminuirne il valore agli occhi della potenziale clientela. E ciò andrebbe di fatto a tradire lo spirito del brand stesso.