in

Maserati Grecale: si ferma subito la produzione a Cassino

Dopo appena due giorni stop alla produzione del SUV di Maserati a Cassino

Maserati Grecale

Lunedì finalmente dopo vari rinvii è partita la produzione di Maserati Grecale presso lo stabilimento Stellantis di Cassino. La produzione del SUV però si fermerà già da domani per mancanza di componenti. Da giovedì la produzione del SUV di segmento D della casa automobilistica del Tridente dovrebbe riprendere. Tuttavia la produzione di questo modello non partirà subito al massimo, ma sarà alternata a quella di un altro modello, molto probabilmente si tratterà del SUV Alfa Romeo Stelvio.

Appena partita già si ferma la produzione di Maserati Grecale a Cassino

Insomma non sembra avere pace l’avvio della produzione di Maserati Grecale. Ricordiamo che il SUV di segmento D del Tridente che sul mercato proverà a dare fastidio a modelli del calibro di Porsche Macan originariamente doveva essere presentata a novembre del 2021. Poi proprio per evitare problemi con la mancanza di componenti che avrebbe potuto rendere difficile la sua produzione, Maserati ha deciso di rinviare al 2022 la sua presentazione.

Questa è avvenuta finalmente lo scorso mese di marzo e tutto sembra perfetto per l’avvio della produzione del SUV presso lo stabilimento Stellantis di Cassino. La produzione che in un primo momento doveva iniziare a maggio è stata poi spostata alcune volte e finalmente è iniziata lunedì. Quando sembrava ormai tutto a posto è arrivata la notizia della prima interruzione della sua produzione per tutta la giornata di domani.

Maserati Grecale
Maserati Grecale: il SUV di segmento D la cui produzione è iniziata lunedì a Cassino già domani si fermerà a causa della mancanza di componenti

Si spera naturalmente che questo stop sia stato un evento casuale e che d’ora in poi la produzione del nuovo entry level della gamma della casa automobilistica del Tridente proceda spedita. Ricordiamo che questo è un modello importante per Maserati.

Proprio da Maserati Grecale dovrebbe arrivare gran parte delle immatricolazioni con le quali la casa di lusso di Stellantis spera di raggiungere nel corso dei prossimi anni il suo obiettivo delle 70 mila immatricolazioni annue. Ricordiamo inoltre che in futuro è previsto l’arrivo di una versione 100 per cento elettrica di questa auto che sarà costruita sempre a Cassino. Vedremo a proposito di questo modello e della sua produzione quali altre novità arriveranno nel corso delle prossime ore.

Ti potrebbe interessare: Maserati Mostro Barchetta Zagato: in mostra a Villa d’Este la roadster senza tempo