in

Citroen conferma 2 modelli inediti entro il 2024 in Brasile

Saranno almeno due le novità che arriveranno in Brasile entro il 2024 per la casa francese

Citroen logo

Citroen è uno dei brand con i quali il gruppo Stellantis intende crescere maggiormente nei prossimi anni in Brasile. La casa automobilistica francese sta per fare debuttare la nuova C3, un SUV compatto low cost destinato a far impennare e non di poco le vendite del marchio transalpino in quel mercato. Questa però non sarà l’unica novità che caratterizzerà la gamma dei francesi nei prossimi anni.

Dopo la nuova C3 che sta per debuttare Citroen lancerà due nuove auto in Brasile entro il 2024

Citroen infatti ha fatto sapere che dopo la C3 farà debuttare in America Latina altri due modelli inediti che saranno presentati nei prossimi due anni. Sebbene l’azienda non abbia ancora confermato come saranno queste auto, la più grande possibilità è che saranno una berlina e un SUV, sviluppati insieme alla C3 nel progetto C-Cubed dell’azienda. Si vocifera addirittura che la coppia possa essere prodotta in Argentina, sulla catena di montaggio responsabile oggi della produzione della Peugeot 208.

“La nostra rete è fiduciosa nel successo della Nuova C3 ed è pronta per le novità del Progetto C-Cubed, con il lancio di altri due nuovi modelli nei prossimi due anni. Inoltre, abbiamo preparato un audace piano di manutenzione in modo che il nostro modello rimanga accessibile dopo l’acquisto”, ha dichiarato André Montalvão, direttore commerciale di Citroën in Brasile.

Nuova Citroën C3 inizio produzione
Citroen ha confermato che dopo la nuova C3 lancerà in Sud America altri due modelli che saranno presentati nel corso dei prossimi due anni

Citroën inoltre ha annunciato un piano per aumentare il numero di concessionari in Brasile, anticipando già una maggiore domanda per la nuova C3. Già prima della creazione di Stellantis, sia Peugeot che Citroën si stavano muovendo verso il consolidamento della rete di rivenditori. 

Citroën si prepara a raggiungere l’80 per cento del territorio nazionale, cosa mai raggiunta in passato. Per questo vuole avere una crescita di oltre il 70 per cento del numero totale di concessionarie del marchio rispetto al 2019. Per il 2022 l’obiettivo è chiudere l’anno con un totale di 180 punti vendita.

“Questo momento storico rafforza l’importanza dei nostri concessionari e partner per il lancio più importante dell’anno. Abbiamo investito per aumentare e qualificare la nostra rete per soddisfare i clienti esigenti della Nuova C3, ampliando la portata dei nostri prodotti, soddisfacendo l’accessibilità dell’innovazione, uno dei pilastri del marchio”, ha concluso André Montalvão. Vedremo dunque quali altre novità arriveranno da quella regione per la casa automobilistica francese di Stellantis.

Ti potrebbe interessare: Citroën Ë-Lovers: debutta in Italia il nuovo programma ambassador