in

Peugeot e-308: svelati i dettagli dell’attesa versione elettrica

Peugeot ha rivelato i primi dettagli in merito alle specifiche della nuova Peugeot e-308, ovvero la variante elettrica della 308 del Leone

Peugeot ha rivelato i primi dettagli in merito alle specifiche della nuova Peugeot e-308, ovvero la variante elettrica della 308 del Leone che arriverà sul mercato nel 2023 e permetterà alla berlina e alla station wagon di avere a disposizione un completo set di propulsori: benzina, diesel, ibrido plug-in ed elettrico.

Il sistema elettrico della batteria non è un passaggio diretto rispetto alle già note e-208 ed e-2008. La capacità della batteria adottata sulla Peugeot e-308 è di 54 kWh e il singolo motore elettrico offre un po’ più di potenza. La potenza di picco è infatti pari a 115 kW, ovvero 156 cavalli in accordo con 270 Nm di coppia.

La tecnologia a disposizione della Peugeot e-308

La Peugeot e-308 permetterà di avere un’autonomia superiore ai 400 chilometri in accordo con un meticoloso approccio votato all’efficienza. La e-308 adotta una nuova tipologia per le celle della batteria NMC (in accordo con più nichel e meno magnesio e cobalto), oltre ad una pompa di calore utile a riscaldare l’abitacolo che introduce un minore consumo della batteria. La Peugeot e-308 possiede inoltre linee ragionevolmente aerodinamiche con un coefficiente di resistenza aerodinamica decisamente interessante, fissato a 0,28 grazie anche ad un fondo piatto esteso su tutta la lunghezza e allo spoiler posteriore.

E, soprattutto, il peso della vettura è di circa 1.600 chilogrammi, simile a quello della nuova Megane elettrica di Renault e più leggero della ID.3 di casa Volkswagen.

Peugeot 308

Le differenze con l’ibrido vanno più in profondità

Al momento non è chiaro quali saranno le caratterizzazioni stilistiche che interesseranno la nuova Peugeot e-308, ma dovrebbe differire dalla 308 dotata dell’ibrido plug-in, anche se ci vorranno occhi attenti per individuare eventuali cambiamenti con il BEV. La differenza oggi certa sarà relegata alla presenza di un apposito badge “e” disposto sui parafanghi anteriori, che va a sostituire il badge del Leone presente oggi sulle nuove 308.

“Entrambe le versioni hanno lo stesso aspetto all’esterno e all’interno”

Questo quanto ha ammesso l’ingegnere a capo della piattaforma elettrica di Peugeot Remi Seimpere. Chiaramente però le differenze maggiori risiedono in una batteria di dimensioni sensibilmente superiori e nell’adozione (ovvia) del propulsore elettrico disposto all’anteriore.

Le batterie sono prevalentemente riposte in due elementi disposti in corrispondenza dei sedili anteriori e posteriori, con l’elemento di ricarica nella parte posteriore. Mentre le 308 con propulsore tradizionale dispongono tutte di una sospensione con raggio di torsione, l’ingombro del propulsore completamente elettrico richiede un design per l’assale posteriore rivisto. Lo spazio di carico rimane ovviamente lo stesso della variante ibrida, con 361 litri a disposizione per la variante hatchback che salgono a 548 per la Station Wagon sebbene entrambi siano inferiori rispetto ai modelli dotati di propulsore tradizionale.

Sebbene Peugeot offra la trazione integrale sulle ibride plug-in 508 e 3008, la e-308 sarà disponibile esclusivamente con la sola trazione anteriore.

Peugeot 308

Tempi di ricarica interessanti

Il sistema di batterie da 400 Volt a disposizione sulla Peugeot e-308 può caricare fino a 100 kW in CC, che garantiranno circa 11 km di autonomia al minuto ovvero tempi di ricarica dal 10% all’80% in 30 minuti dichiarati. Nel caso di presa di ricarica trifase, con la wallbox casalinga la Peugeot e-308 dovrebbe essere in grado di ricaricarsi completamente in cinque ore. In ogni caso sarà possibile anche la ricarica monofase da 7kW.

C’è da dire poi che Peugeot offrirà anche la variante Station Wagon con alimentazione elettrica. Peugeot è orgogliosa del fatto che la gamma 308, peraltro nella rosa dei sette candidati per il premio di Auto dell’Anno in Europa, sarà nota sul mercato per l’offerta con propulsione a benzina, diesel, ibrida plug-in ed EV sebbene anche la Volkswagen Golf Mk7 sia in grado di ottenere le medesime prerogative.

E Linda Jackson, CEO di Peugeot, pensa che una gamma così ampia possa offrire un ampio spettro di possibilità ad ogni utente:

“Come consumatori, siamo tutti all’interno del viaggio utile a condurci dai motori a combustione interna a quelli completamente elettrificati. E Peugeot ha un reale vantaggio nella sua piattaforma EMP2 multi-energy. La 308 è il primo veicolo in grado di offrire propulsori ICE, ibridi plug-in ed elettrici. Penso che questo sia il modo giusto per assistere i nostri clienti e aiutarli ad andare avanti in questo viaggio”.

Looks like you have blocked notifications!