in ,

Ferrari 458 Italia: una supercar ancora agile e vivace nonostante gli anni [Video]

È stata l’ultima supercar di Maranello ad avere un motore V8 aspirato

La Ferrari 458 Italia è stata prodotta a Maranello tra il 2008 e il 2015 ed è arrivata sul mercato come successore diretto della F430.

In base a quanto affermato da Henry Catchpole di Carfection, la 458 Italia è stata un’auto molto importante per lo storico marchio modenese. È stata l’ultima a montare un motore V8 aspirato sotto il cofano e la prima V8 a motore centrale senza cambio manuale. Infatti, è arrivata con un cambio automatico a doppia frizione, un altro primato proveniente da un cambio a frizione singola.

Ferrari 458 Italia Carfection
Ferrari 458 Italia motore

Ferrari 458 Italia: Henry Catchpole ha provato una delle supercar più importanti di Maranello

Secondo Catchpole, la supercar della serie 458 è stata un grande passo in avanti rispetto alla F430. Il suo performante propulsore gli permette di impiegare soli 3,4 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h, rendendola 2 secondi più veloce nel tempo sul giro sul circuito di Fiorano rispetto alla F50.

Henry Catchpole afferma che la vettura dispone di tre terminali di scarico sul retro, un design inconfondibile e un richiamo all’iconica F40. Nella parte anteriore ci sono delle alette adattive che si deformano durante le alte velocità per creare più carico aerodinamico.

Ferrari 458 Italia Carfection

Rispetto ai modelli precedenti, la Ferrari 458 Italia è stata concepita con un abitacolo diverso, forse a causa della mancanza della trasmissione manuale. Il recensore di Carfection ha apprezzato particolarmente la supercar di Maranello, affermando di essere agile e vivace.

Presentata per la prima volta al Salone di Francoforte del 2009, la 458 Italia viene fornita con un V8 aspirato da 4.5 litri (F136 FB) capace di sviluppare 570 CV di potenza a 9000 g/min e 540 Nm di coppia massima a 6000 g/min (oltre l’80% di essa è disponibile dai 3250 g/min).

Ferrari 458 Italia Carfection

I tecnici di Ferrari riuscirono a migliorare le prestazioni grazie all’adozione di appendici aerodinamiche anteriori poste ai lati del logo del cavallino rampante, molto simili per la forma agli alettoni delle monoposto di Formula 1. La velocità massima raggiunto da questa vettura è di 325 km/h.

La Ferrari 458 Italia era disponibile al lancio in due versioni: normale e HELE (Alte Emozioni Basse Emissioni). Questo sistema, utilizzato in passato per la prima volta sulla Caalifornia, permetteva di ridurre le emissioni di CO2 del 10,4% e di aumentare la percorrenza dell’11,8% mantenendo invariate le prestazioni di velocità massima e di accelerazione.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento