in

Fiat: lo stabilimento di Betim è il segreto del suo successo

Secondo gli addetti ai lavori il recupero della leadership di Fiat in Brasile è stato determinato in grossa parte dallo stabilimento di Betim

Fiat è tornata ai vertici del mercato brasiliano con una quota del 22,1 per cento nel 2021, proprio quando festeggia i suoi 45 anni di produzione in quel paese. L’attività della principale casa automobilistica italiana in Brasile è infatti iniziata ufficialmente nel luglio 1976. Ma questo recupero della posizione di leader dopo un periodo piuttosto difficile, secondo gli addetti ai lavori e agli analisti di mercato non è iniziato nel 2021 ma ben 3 anni prima.

Fiat: lo stabilimento di Betim ha avuto un ruolo fondamentale per il suo rilancio in Brasile

Nel 2018 il marchio italiano, che adesso fa parte del gruppo Stellantis, ha avviato un piano strategico volto a riposizionare la propria immagine e nel contempo garantire una rinnovata linea di prodotti, in grado di aumentare la percezione dei consumatori sui guadagni tecnologici e qualitativi delle vetture Fiat e dei veicoli commerciali leggeri.

Per consolidare questo doppio salto, però, Stellantis è stata costretta a lavorare molto di più anche dietro le quinte. In particolare lo stabilimento di Betim è stato sottoposto ad un intenso programma di investimenti che lo ha portato a diventare un nuovo complesso produttivo, con processi e tecnologie innovativi non solo rispetto alle altre fabbriche di Stellantis ma in generale dell’intero settore.

Secondo alcuni è proprio Betim la carta vincente di Fiat in Brasile. L’automazione e la digitalizzazione attraverso i processi di produzione avanzati dell’industria 4.0 hanno dominato gli sforzi per aumentare la qualità, la produttività e l’efficienza nella produzione di automobili più sofisticate che sono state poi progettate dall’ingegneria.

Allo stesso tempo, sono state anche concepite nuove aree di sviluppo che hanno permesso a Betim di progettare, sviluppare, testare e produrre veicoli di altissimo livello.

L’attuale Polo Automobilistico di Betim, che in quattro decenni ha prodotto più di 16 milioni di veicoli, è una delle più grandi fabbriche automobilistiche del mondo e la più grande di tutta Stellantis, che ha unità produttive in Europa, Stati Uniti, Asia e Americhe.

Fiat stabilimento Betim
Secondo gli addetti ai lavori il recupero della leadership di Fiat in Brasile è stato determinato in grossa parte dallo stabilimento di Betim

Questa fabbrica di Fiat può produrre annualmente, sia per il mercato nazionale che per altri mercati, fino a 700 mila veicoli. Inoltre da questo stabilimento possono uscire ogni anno anche 1,3 milioni di trasmissioni e motori Fire e le nuovissime Firefly e GSE Turbo.

Quasi a mantenere la tradizione, buona parte di questi motori, 400 mila entro il 2022, vengono esportati in Europa poiché nel marzo di quest’anno è stata inaugurata una nuova linea di produzione da 100 mila unità e 500 milioni di R$ di investimenti.

Flessibile e versatile, il polo di Minas Gerais produce otto modelli di auto e veicoli commerciali leggeri, dal SUV compatto Fiat Pulse, il primo SUV prodotto in Brasile dalla principale casa italiana, sviluppato localmente e lanciato di recente, la nuova Strada, il pick-up leader nelle vendite, fino a Mobi, Argo, Fiorino, Uno, Doblò e Grand Siena.

Ti potrebbe interessare: Fiat: nel suo stabilimento di Betim tornano finalmente a lavoro oltre 900 dipendenti fermi da ottobre

Looks like you have blocked notifications!