in ,

Auto storiche: evento in Sicilia con la Lancia di Lopresto

Un giro da sogno sulle strade della Targa Florio e della Sicilia per celebrare un successo importante.

Domani giungerà a conclusione il tour in Sicilia della Lancia Augusta Berlina Lusso con cui Costantino Magistri vinse l’edizione 1936 della Targa Florio. Oggi quella vettura classica fa parte della Lopresto Collection, rappresentata nell’isola, in occasione del meeting, anche da una fantastica Alfa Romeo 6C 1750 GS Spider Aprile e da una Fiat 1400 Balbo.

Insieme a loro, sulle strade madonite, hanno sfilato diverse auto storiche da sogno, compresa una Lancia Lambda di colore rosso. Una Bugatti dei tempi romantici ha accompagnato la carovana per alcuni chilometri.

Sono passati 85 anni dal successo di Magistri. Onorare l’anniversario di quella vittoria era doveroso, specie per la disponibilità della sua vecchia compagna d’avventura: la già citata Lancia Augusta Berlina Lusso, portata in Sicilia da Corrado Lopresto. Disputata sui 72 chilometri del Piccolo Circuito delle Madonie, la Targa Florio del 1936 andò in scena, insolitamente, il 20 dicembre. Ai nastri di partenza di presentarono 11 concorrenti. Magistri si aggiudicò la palma di vincitore alla velocità media di 67 km/h.

Tributo alla Targa Florio e ad un trionfo dell’era romantica

Auto storiche Targa Florio

In questi giorni, nell’area del palermitano (e non solo) si è tornata a respirare la magia di quel successo e di quel personaggio, grazie alla Lopresto Collection. Il giro celebrativo delle auto storiche intervenute ha preso le mosse il 16 dicembre dal capoluogo regionale. Poi tappa a Termini Imerese, per la visita del Museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio.

Dopo l’immancabile foto ricordo alle tribune di Floriopoli, escursione al Museo Vincenzo Florio di Cerda. A seguire il pranzo a Collesano, con visita al Museo della Targa Florio. In serata gli equipaggi sono giunti a Cefalù, per godere della bellezza della perla del Tirreno e del museo Mandralisca. Oggi il colorato corteo si è mosso alla volta di Patti e Tindari, nel messinese. Domani la chiusura in grande stile, nella meravigliosa cornice di Nicosia. Qui il paese si vestirà a festa per l’occasione, con molte persone in costume d’epoca per il pranzo e per i festeggiamenti, insieme alla famiglia Magistri.

Auto storiche ed arte in Sicilia

Auto storiche Targa Florio

Il raduno di vetture classiche organizzato dalla Lopresto Collection si è svolto con la formula del tour culturale. Di grande pregio l’immersione negli aspetti culturali dell’isola, alla ricerca dei rari dipinti del pittore Antonello da Messina, il più noto dei quali si trova a Cefalù, al Museo Mandralisca. Stiamo parlando del Ritratto d’Uomo, la cui datazione è incerta (1465-1472). Si narra che il dipinto, di dimensioni molto contenute, sia stato acquistato a metà Ottocento dal barone Enrico Piraino di Mandralisca a Lipari. Qui arredava lo sportello di un mobile da farmacia.

Poi venne donato dal nobiluomo agli abitanti di Cefalù, per favorire, insieme agli altri pezzi della sua collezione, la crescita culturale dei conterranei, a prescindere dal ceto sociale di appartenenza. Ferito con alcuni sfregi dal gesto di un invasato, il quadro venne sottoposto a un restauro sul finire del XIX secolo e ad altri in epoca successiva. L’ultimo intervento di recupero, che ha gli ha regalato un magnifico splendore, risale al 1980. Il dipinto, di grande livello qualitativo, è curato con un intrigante trattamento cromatico.

Cultura in tela e su ruote

Targa Florio

Non si conosce l’identità del soggetto effigiato (forse un aristocratico del Quattrocento), ma questo passa in secondo piano rispetto alle note espressive del suo sorriso, nel quale confluiscono i contrastanti aspetti della sicilianità. In esso si coglie l’essenza più profonda del suo essere. Un risultato reso più agevole dalla posizione angolare del volto, tipica della scuola fiamminga, che permette un’accurata introspezione psicologica.

Di certo il Ritratto d’Uomo è una delle produzioni più affascinanti del geniale autore siciliano, al secolo Antonio di Giovanni de Antonio. Si tratta di un autentico capolavoro, celebrato da importantissimi critici d’arte. Gli equipaggi del tour di auto storiche organizzato dalla Lopresto Collection hanno potuto gustarne l’intrigante magia. Il giusto matrimonio con lo splendore di alcune opere a quattro ruote intervenute al raduno siciliano, compresa la grande protagonista: la Lancia Augusta Berlina Lusso con cui Costantino Magistri vinse la Targa Florio del 1936.

 

 

 

Looks like you have blocked notifications!