in

Citroën e-Jumpy Hydrogen: in consegna il primo esemplare prodotto

Assicura oltre 400 km di autonomia combinando elettrico e idrogeno

Citroën e-Jumpy Hydrogen

Annunciato all’inizio di quest’anno, l’arrivo della tecnologia della pila a combustibile diventa una realtà con la produzione del primo Citroën e-Jumpy Hydrogen. Questo primo veicolo a idrogeno sarà spedito nei prossimi giorni al Gruppo SUEZ.

Si tratta di una tappa della strategia di elettrificazione del marchio francese per affrontare le sfide di domani. Citroën è uno dei primi costruttori a industrializzare una nuova offerta energetica per il futuro, complementare all’energia elettrica tradizionale, che attualmente è oggetto di massicci piani di investimento in Francia e Germania e in futuro sarà probabilmente in altri paesi.

Citroën e-Jumpy Hydrogen
Citroën e-Jumpy Hydrogen del Gruppo SUEZ

Citroën e-Jumpy Hydrogen: il primo esemplare realizzato sarà consegnato al Gruppo SUEZ

La casa automobilistica francese rimane dunque fedele ai 100 anni di innovazione e di savoir-faire nel settore dei veicoli commerciali per offrire a ogni professionista soluzioni su misura per il presente e il futuro.

La scelta della tecnologia a idrogeno si inserisce bene nella sua strategia di elettrificazione e della sua volontà di offrire diverse soluzioni tecniche a seconda del tipo di utilizzo. Il nuovo e-Jumpy Hydrigen completa la gamma di veicoli commerciali leggeri, la più ampia del mercato. L’elettrificazione si basa su un principio caro a Citroën: non scendere a compromessi sulle capacità e sulla praticità, che fanno di ogni suo furgone un punto di riferimento nel segmento.

La soluzione a idrogeno si rivolge a coloro che hanno bisogno di un’autonomia superiore ai 300 km per lunghi viaggi o lunghi tragitti, che richiedono un veicolo che può essere ricaricato rapidamente per massimizzare il tempo di utilizzo, che devono accedere ai centri urbani soggetti a limitazioni di traffico ma che hanno anche un profilo di uso più stradale e autostradale, e che hanno facile accesso alle stazioni di idrogeno.

Con questa offerta a idrogeno, i professionisti possono ridurre l’impronta di carbonio della loro flotta e rendere le loro attività più sostenibili nel lungo periodo. I clienti target del Citroën e-Jumpy a idrogeno sono molteplici, con due punti in comune per tutti: l’impegno e la transizione energetica e la necessità di accedere ai centri cittadini.

Citroën e-Jumpy Hydrogen

Può funzionare sia a idrogeno che con l’elettricità

Il veicolo dispone di due sistemi di propulsione complementari: una batteria che immagazzina energia e fornisce elettricità e una pila a combustibile che converte l’idrogeno e l’ossigeno dell’aria in elettricità, acqua e calore. Finché è alimentato a idrogeno, questo generatore di energia funziona in continuo.

Il motore elettrico, alimentato principalmente da una pila a idrogeno da 45 kW, quindi è in grado di sviluppare un’autonomia estesa di quasi 350 km. La batteria da 10,5 kWh funge da riserva per un’autonomia di 50 km nel ciclo WLTP. Fornisce anche una potenza supplementare al motore, che è necessaria per garantire le prestazioni dinamiche del veicolo, soprattutto in fase di accelerazione. Permette anche di recuperare energia durante la decelerazione la frenata.

L’associazione di queste due componenti garantisce un’autonomia di oltre 400 km. La ricarica del Citroën e-Jumpy Hydrogen è 20 volte più rapida di quella di un veicolo elettrico (effettuata da una colonnina di ricarica pubblica da 100 kW). Ci vogliono i fatti appena tre minuti per riempire i tre serbatoi di idrogeno, che hanno una capacità utile fino a 4,4 kg. Ciò permette di risparmiare tempo e aumentare la produttività di tutte le aziende che non possono lasciare i loro veicoli immobilizzati durante il processo di ricarica e quindi beneficiano di un tempo di utilizzo più lungo.

La batteria è stata installata sotto i sedili mentre i tre serbatoi di idrogeno sotto al pianale. Di conseguenza, i volumi utili della versione a idrogeno sono rimasti invariati rispetto alle versioni elettriche: 5,3 m³ per la versione M e 6,1 m³ per quella XL. Allo stesso modo, il carico utile e il carico rimorchiabile possono arrivare fino a 1000 kg.