in

Gli incidenti salgono nel 2021: nessuna sorpresa

Non si capisce il clamore mediatico su un fatto: gli incidenti salgono nel 2021. Ovvio, nel 2020 l’Italia è stata paralizzata dai lockdow

Nei primi sei mesi del 2021, dicono correttamente ACI e Istat, rispetto allo stesso periodo 2020, c’è un incremento di incidenti con lesioni (+31,3%), vittime (+22,3%) e feriti (+28,1%). Fin qui, la nota stampa ACI-Istat. Ma poi arriva la caterva di commenti bizzarri: uno strano clamore mediatico sul fatto che gli incidenti salgono nel 2021 in Italia rispetto al 2020. E ci mancherebbe pure: nel 2020 l’Italia è stata paralizzata dai lockdown del Covid. Come si stupiscono certi osservatori? Dov’è la questione eclatante?

Paragonare 2021 a 2020 è come confrontare mele con pere. Non si può. Anche perché così si dà un formidabile assist alle compagnie assicuratrici. Il loro ragionamento è: più incidenti, più costi per le imprese, più alte le tariffe Rc auto. Nel periodo gennaio-giugno 2021 le percorrenze medie autostradali sono aumentate del 24%. Più viaggi, più fai sinistri. L’alternativa perché nulla accade c’è: chiudersi in una campana di vetro dalla nascita alla fine.

incidenti

Crollo totale degli incidenti nella media

In realtà, i dati da osservare, come specificano giustamente ACI e Istat, è un altro: se si prende in considerazione la media degli anni 2017-2019, i dati risultano in calo. Ossia incidenti stradali -22,5%, deceduti -19,8% e feriti -27,6%. Ecco, questa è una buona base di partenza per ragionare sulle tariffe Rca. Si analizzi questo crollo totale. I cali delle tariffe recenti? Davvero minimi, specie considerando i sinistri a picco nel 2020.

Comunque, vale la pena sempre rammentare un punto chiave. I dati ACI-Istat riguardano gli incidenti con lesioni fisiche. Che hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’ordine. Con tanto di verbale di sinistro. Poi spedito all’Istat, che elabora le statistiche.

In quanto alle polizze, giusta la riforma auspicata da Assoutenti, con Stefano Mannacio, responsabile Rc auto dell’associazione, vero paladino dei consumatori. Sempre attento ai diritti degli automobilisti.

A tale proposito, massima allerta sul disegno legge Concorrenza 2021: il risarcimento diretto esteso è tutto fuorché a vantaggio dei consumatori assicurati. La stessa Assoutenti monitora con scupolo quanto sta avvenendo.

Looks like you have blocked notifications!